Skin ADV
News | 17 dicembre 2009

Report conclusivo i° biagio granata memorial e sud selection contest

Una giornata estiva è stato il commento di quanti sono stati presenti a questo evento che ha consentito all’intero sud di essere presente nella scena surf italiana nazionale con 2 atleti qualificati per il campionato Open 44 Surfing Italia 2010 per il secondo anno consecutivo.
Ed è stato proprio così infatti, lo staff organizzativo ha ascoltato le richieste di tutti ma proprio tutti e alla fine siamo riusciti a dare un evento con onde che si sono mantenute intorno al metro e mezzo per tutta la durata delle heat con picchi di 2 metri, la scelta del giorno è ricaduta su una domenica di sole con temperatura intorno ai 20° e tutta l’organizzazione è stata al top con la giuria composta da Marco Gragori e Roberto Bersani scesi per dare supporto a dimostrazione di quanti ultimamente sollevano polemiche sull’operato di una Federazione che sta dando tanto a tutto il surf in Italia: SURFING ITALIA.
Già da lunedi 30 novembre era stato stabilito di seguire la perturbazione in ingresso ed era stata comunicata la probabile chiamata agli uffici della Guardia Costiera di Vibo e Cetraro e del Comune di Guardia Piemontese. La loro disponibilità è stata massima segno della notevole fiducia ormai riposta sugli eventi organizzati dal surf club Calabrese.
Grazie alle convenzioni messe a disposizione dall’Hotel antistante lo spot di Guardia Piemontese tutti gli atleti sono arrivati la sera di sabato e ci siamo riuniti per cenare e completare le iscrizioni. A cena con noi, la sera di sabato, anche lo staff giuria composto da Marco Gregori e Roberto Bersani scesi da Roma, hanno consentito di pianificare ogni minimo dettaglio organizzativo per far si che l’evento non avesse carenze in nessuna direzione. Le previsioni portavano una misura che ha messo nel dubbio molti atleti ma lo staff organizzativo sapeva bene che il tavolato di sabbia lasciato dalle forti mareggiate nella giornata di mare oltre forza 6 avrebbe dato una giornata memorabile per la domenica.
Ore 6:00 del 6 dicembre 2009:
con Marco e Salvatore siamo i primi ad arrivare sullo spot dove incontriamo lo spettacolo che le prime luci dell’alba creano sulle lisce pareti di onde di oltre 2 metri che srotolano a circa 100 metri da riva lungo tutto lo spot di Guardia Piemontese. Il colore dell’acqua man mano che la luce aumenta passa dal verde cupo all’azzurro chiaro incantando gli atleti che intanto arrivano sullo spot e non esitano un attimo per cambiarsi e buttarsi in acqua a testare le onde. Anche noi dello staff dopo aver montato tutta l’area entriamo in acqua ma prima mi fermo a fare un paio di foto a quanto di più liscio e incantevole lo spot può offrire.
Insieme a noi, immancabile, quell’amico Unico e Speciale di tutta la Tribù Calabrese al quale è dedicato questo evento: Biagio Granata, la sua tavola era vicino a quelle di tutti con sopra una delle foto dei più bei ricordi che abbiamo insieme nel 274 Team.
Appena arrivano Marco e Roberto si decide di aspettare le 9:00 per un breve raduno dove Marco spiega come verrà svolto il contest.
Sono le 9:30 quando si da il via alla prima heat.
Gli atleti poco prima dell’inizio ricevono tutti la paraffina Waxy Wax colorata e si preparano ritirando le lycre del colore assegnato. Si inzia con 4 heat da 3 atleti ciascuna dove si qualificano per il successivo turno Gaglianese, Ippolito, Calipari e Solimeo dalla Calabria, Del Gaudio dalla Campania, Perricone, La Mantia e Alia dalla Sicilia. Escono purtroppo al primo turno Ottaiano, Vozza, Preite e Corsi.
Intanto il sole inizia a farsi sentire e il campo gara vede la presenza di un folto pubblico, anche i medici dell’Assistenza Sanitaria data dalla Croce Rossa grazie all’impegno del Comune di Guardia si godono quello che per molti è uno spettacolo insolito ed esclusivo. La tavola Indoboard messa a disposizione degli atleti viene testata anche da chi, incuriosito, si avvicina per capire di cosa si tratta e molti surfisti fanno vedere come possono essere usate queste tavole per l’allenamento indoor di ogni forma di sport da tavola. Le onde si mantengono sempre intorno al metro e mezzo e qualche set di misura maggiore consente 2 semifinali davvero spettacolari. Il pubblico si avvicina intorno al gazebo giuria dove i giudici Gregori e Bersani, con la collaborazione di Alessandra, Mihaela, Mariarosaria, Salvatore e Marco svolgono un lavoro al top dell’organizzazione. Poco distanti i 2 operatori fotografici e video ufficiali dell’evento, Tony Carnevale e Giuseppe Ciancio stazionano sul pianerottolo che consente una buona visuale lasciando che il sole alle loro spalle mandi la luce migliore per le riprese. Presente per tutta la durata dell’evento l’Assessore Gabriella Sconosciuto che per l’occasione ha fatto di tutto per liberarsi dagli impegni e non perdersi questa giornata.
Il contest procede con queste 2 semifinali con le quali escono dopo le heat molto combattute gli atleti Ippolito, Solimeo, Calipari e Del Gaudio. Restano quindi in gara per la finalissima di 20 minuti: Gaglianese, La Mantia, Alia e Perricone.
A questo punto si aspettano circa 15 minuti per consentire agli atleti di recuperare energia visto che 2 dei 4 finalisti hanno appena terminato la loro semifinale. Intanto arrivano altre persone fra le quali anche i genitori di Biagio che hanno voluto essere presenti in questo evento dedicato al nostro Amico. Ancora pochi minuti, Marco Gregori richiama tutto lo staff intorno al gazebo e si consegnano le lycre per l’ultima heat che deciderà quali saranno gli atleti del sud che prenderanno parte al campionato Nazionale SURFING ITALIA 2010. Entrano in acqua quindi il Calabrese Mimmo e i 3 Siciliani Danilo, Enrico e Alberto.
Pochi istanti ancora e si da il via alla finalissima. Dal gazebo giuria tutta l’attenzione è concentrata su ogni onde surfata e il pubblico esulta a ogni manovra. Un leggero vento da sudovest rialza le onde che anche per questi ultimi minuti di gara si mantengono intorno al metro e mezzo lasciando a tutti e 4 i finalisti la possibilità di esprimere al meglio il proprio surf. I 2 siciliani Perricone e La Mantia dimostrano da subito di mirare ai gradini più alti del podio. Appena termina la heat finale lo staff decide di svolgere subito la premiazione per consentire poi a tutti un pomeriggio di totale free surf. 10 minuti quindi per preparare l’area e il pubblico si raduna intorno al gazebo per la premiazione. Sul tavolo mute WESTSURFING, assegni con settimane di soggiorno nelle surfhouse di SURFtoLive, costumi e lycre PROTEST, accessori e magliette DC, pani di paraffina colorata Waxy Wax e le coppe sono pronti per essere consegnati ai vincitori.

Dopo una breve premessa del Presidente della Tirrenia Waves, Umberto Calipari, che ha voluto ricordare e dedicare questo evento all’Amico della Tribù Calabrese, Biagio Granata, “in nome del suo eterno sorriso e di tutto ciò che ci ha insegnato durante gli anni della nostra amicizia passata a condivedere le onde e la neve, il nostro impegno è tutto per lui così da sentirlo ancora una volta gioire su ogni onda surfata”, prende la parola il vicepresidente in carica della federazione SURFING ITALIA, Marco Gregori, che, soddisfatto del clima di amicizia e di impegno riscontrato in questo evento proclama i vincitori del I° Biagio Granata Memorial 2009 – Sud Selection Surf Contest”.

Quarto posto per il calabrese Girolamo Gaglianese, purtroppo a causa di una interferenza il suo punteggio è stato penalizzato ma ha comunque svolto la gara dimostrando notevole grinta e livello tecnico a ogni heat. Terzo posto per Alberto Alia anche lui costante su ogni onda ha saputo sfruttare al meglio la buona misura offerta dallo spot. Si avvicinano quindi all’organizzatore Calipari e al giudice Gregori i 2 atleti per la proclamazione dei gradini più alti del podio. Si classifica secondo, il siciliano Enrico PERRICONE e vince quindi il contest Danilo LA MANTIA. Infine premio BEST TRICK per Enrico Perricone e premio BEST LOCAL per Girolamo Gaglianese. Consegna i premi la mamma di Biagio commossa per l’affetto e l’amicizia che ha modo di constatare da parte di tutti i presenti.

Doverosi ringraziamenti a:

la federazione nazionale Surfing Italia

la Provincia di Consenza

il Comune di Guardia Piemontese

l’Assessore Gabriella Sconosciuto

la Guardia Costiera di Vibo Valentia e Cetraro

il personale della Croce Rossa

il 274 Denim Department di Cosenza

il nostro official media partner surfcorner.it

Marco Gregori, Roberto Bersani e Alessandra per il lavoro svolto durante tutta la durata dell’evento e per i 1200 km che si sono fatti per essere presenti con noi a questo contest

il ragazzi dello staff formato da Maria Rosaria Lupo, Maraniello Mihaela, Sarro Marco, Romeo Salvatore, Ciancio Giuseppe e Tony Carnevale grazie ai quali ogni dettaglio organizzativo ha consentito uno svolgimento puntuale e preciso dell’intero evento

tutti gli atleti del sud che hanno partecipato

Indoboard Italia e Guido Virgulti

Gli Sponsor: Westsurfing, SurfToLive, Protest, DC, Waxy Wax

ed infine

un grazie di cuore alle onde di Tavoletta che anche questa volta ha dimostrato di non tradire le aspettative della Macchina Pensatrice del Sud.

Tutte le foto su www.tirreniawaves.com

TAG:

Commenti
Potrebbe interessarti anche...