Articoli

Quattro chiacchiere con bix gabrielli leader circuito ilt 2007

Fabrizio “Bix” Gabrielli, surfista della costa est Adriatica, surfa con ogni tipo di tavola non disdegnando short, long, egg, fish. Partecipa attivamente al circuito italiano longboard ILT, dove attualmente si trova in testa alla classifica, e si sta allenando per la ripresa del campionato dopo l’estate. L’abbiamo raggiunto nella location “segreta” dove si allena per fare quattro chiacchiere sul prossimo futuro.

Sei attualmente in testa al circuito italiano longboard ILT, come ti senti e che previsioni poi fare al momento?
Indubbiamente gratifica e stimola molto. Di previsioni preferisco non farne al momento, spero solo di far bene anche nelle prossime due tappe, ma per quanto riguarda il mio stato fisico e psicologico mi sento carico e determinato.

Cosa stai facendo per allenarti da qui alla prossima tappa e dove ti stai allenando?
Sono in Baja California e ci rimarrò fino al 25 agosto, sperando di trovare supercondizioni sia da long che da short… la mia palestra però è formata al 90% da onde piccole e sloffe, ma comunque sempre onde… Io me la spasso indipendentemente da questo.

Come sono andate le precedenti tappe e che impressioni ti sei fatto?
Le prime due prove le ho passate con successo e l’impressione che ho avuto è stata innanzitutto la notevole crescita dei partecipanti al circuito, ma anche il livello tecnico dei riders, che rispetto agli scorsi anni è decisamente aumentato.

Come ti prepari per la prossima gara? Sono molti gli atleti forti e per batterli occorre una strategia, hai già in mente una tattica da seguire?
Tante fibre, no alchol e tanto footing… ahahah scherzo!! Non sono proprio il tipo… Spero sia sufficiente questo trip a Baja per rimanere in forma, cercherò di sfruttare al massimo ogni momento di questo viaggio.
In realtà una specie di tattica ce l’ho ma non posso dirvela e la metterò in pratica solo se le onde in gara saranno sotto il metro e sloffe, in caso contrario surferò al meglio, tutto qui.
Dico questo perchè ho notato che sul piccolo viene premiato non tanto il mix tra stile moderno e classico, ma soprattutto lo stile classico, e così mi sono dovuto attrezzare munendomi un nuovo long 9’3” bello ciccio e largo da nose riding.

Chi saranno quelli da battere in particolare?
Senza togliere niente agli altri, sicuramente sul grosso saranno da battere soprattutto Daniel Mazzucchelli, Mastino e Fabbir, che pur essendo giovane ha del talento da vendere… poi Colombini, Spelta e gli altri.
Su onde piccole invece Ponzanelli è uno dei più duri da battere.
E comunque ribadisco che il livello dei riders è aumentato e quindi nessuna heat è da sottovalutare.

Come vedi il circuito longboard e l’ambiente che lo circonda?
Secondo me l’atmosfera che si respira è di comune interesse ed estrema serietà, e sopratutto tanto rispetto l’uno dell’altro e sportività, con quel pizzico di sana competitività che rende tutto molto elettrizzante.

Previsioni?
Nessuna, dico solo: vinca chi se lo merita! A presto e ciao a tutti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
50 ⁄ 25 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER