Prodotti

Con s-core il tatuaggio diventa una seconda pelle

S-Core, il nuovo protagonista del mercato del surf, ritorna a cavalcare le onde e il tatuaggio diventa una 2° pelle…

S-Core ha stretto un forte legame con un gruppo di tatuatori per offrire un’innovativa linea di mute in Neoprene specifiche per il surf.

E’ nata la squadra S-Core tattooist
Come era già successo per quanto riguarda gli shaper, veri specialisti del design delle tavole da surf (vedi il memo “S-Core surfboards, a reminder”), S-Core si è affidato un’altra volta a chi è davvero esperto nel suo settore e questa volta ha cercato i migliori professionisti dei tatuaggi. Questo incontro con l’”elite” dei tatuatori ha sviluppato una stretta ed efficace collaborazione diretta con BBR.
Sebbene il mondo dei tatuaggi abbia sempre avuto un legame con quello del surf, con le sue origini, le sue tradizioni e le sue tendenze, fino ad adesso è sempre stato evocato per caratterizzare superficialmente i prodotti e mai per concepirli, crearli e realizzarli sin dall’inizio.
L’ipotesi avanzata dal gruppo BBR / S-Core prevede lo sviluppo del design delle mute in neoprene in termini sia di morfologia applicata al capo che in termini di grafica e aspetto esteriore. Per evitare il rischio di cedere ad un semplice “copia&incolla” e riportare meccanicamente così la grafica di un tatuaggio su una muta, ma ripensare e concepire il tatuaggio considerando il corpo, il materiale (Neoprene), la muscolatura, ecc.

…per seguire il profilo del corpo, come una seconda pelle…

Fin dall’inizio dello sviluppo delle linea di mute per il surf in neoprene, la filosofia S-Core è stata chiarissima.” Una muta deve risultare proprio come una seconda pelle. Per proteggere il surfista dal freddo, dalle abrasioni e dal sole, ecc.” La struttura e la forma specifica sono state di conseguenza studiate per conseguire un “perfect fit”/un aderenza perfetta in grado di seguire la conformazione del corpo adattandosi il più possibile al profilo come una seconda pelle.
Le mute S-Core quasi sicuramente non sono le più facili da realizzare (perchè necessitano di tanti inserti combinati a seconda delle varie posizioni), ma sono certamente tra le più confortevoli!

…struttura, forma, rifiniture e tatuaggi in azione…

Se le mute S-Core sono state costruite, tagliate e rifinite per essere le più confortevoli e le più indicate a seguire al meglio la specifica meccanica dei movimenti del surf, la stessa attenzione è stata rivolta alla caratterizzazione grafica.
Chi realizza tatuaggi sa come il corpo e la pelle si muovono durante il movimento e sa come il disegno riprodotto si modifica quando i muscoli si contraggono e distendono.

…come dar vita ad un segno grafico e far vivere una muta….

“Quando realizzi un tatuaggio, non ti limiti a vederlo statico, ma ti immagini sempre come sarà durante il movimento del corpo, perché la pelle non è un foglio di carta inanimata ma è una tela sempre in movimento.” Afferma BBR.
L’approccio tridimensionale, la conoscenza della pelle, la sua elasticità, l’esperienza specifica sulla muscolatura è ciò che rende questa speciale collaborazione diversa e particolarmente gratificante.
Ribadisce BBR, “Bisogna sapere come giocare con la pelle che non sta mai ferma seguendo il ritmo dei muscoli. Bisogna provare ad addomesticare il tatuaggio come fosse uno strumento e provare a farlo respirare. Solo successivamente è possibile capire veramente la vera essenza del tatuaggio”. E aggiunge “Collaborando da vicino con i designer S-Core e con il nuovo team di ricerca e sviluppo, siamo stati capaci di seguire queste ispirazioni, di dare il respiro ad un disegno, e di far vivere le nostre mute.”

…e l’immagine prende vita non appena il surfer prende il mare e colpisce!
Continua BBR “Volevo qualcosa di veramente differente dalle altre mute. L’immagine che ho scelto è una sorta di drago preistorico, che si muove ed è quasi fluido come l’acqua. Sembra un animale anfibio in diretto contatto con il mare e le onde.”
Grandioso e sconcertante, tatuato sulle braccia della muta in neoprene, è un misto tra lo stile tradizionale giapponese e lo stile dei tatuaggi di prima generazione. Le zampe di questo drago, o meglio di questo mostro marino con le corna, si animano non appena il surfer pagaia verso il mare e prende il largo.
Realizzato per far girare la testa, questo top neo BBR ha già convinto molti surfisti per la sua originalità e perché sembra un vero tatuaggio riprodotto su un altro tipo di pelle.
Si vedano le foto nel documento « BBR_top_neo » e le foto d’azione di Benji Weatherley « top_bbr_action_Benji_weatherley”

Rispetto, autorevolezza e tanta creatività
Riferisce sempre BBR ” Se S-Core mi avesse imposto regole e impedimento nel design non sarei stato interessato. Ma S-Core è come i giovani ragazzi che vogliono essere diversi e autentici e per questo sono molto attenti, di larghe vedute e curiosi. Abbiamo gli stessi valori: rispetto, autorevolezza e tanta creatività.”

…un network mondiale di partner esperti in tatuaggi…
Questo top Neoprene firmato BBR è il primo di una collezione completa che verrà presentata nel 2007. Grazie al lavoro fatto da BBR, S-Core si è già impegnata con altri tatuatori al fine di creare un network mondiale di partner esperti in tatuaggi. Al momento Dylan Leach (Australia) & Luke Atkinson (UK) sono già al lavoro con BBR per continuare a sviluppare il progetto.

S-Core sulla pelle…
Dal 2007, i tattoo diventeranno il segno distintivo delle mute S-Core Neoprene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
12 ⁄ 6 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER