News

News fisurf – graziano lai coordinatore giudici nazionali

Graziano Lai è stato recentemente incaricato dalla FISURF, Federazione Italiani Surfing, di coordinare il settore giudici nazionale. Con questa lettere Graziano espone il suo programma per il riordinamento.

Lettera aperta ai giudici FISURF

“Cari amici e colleghi
Vi scrivo per informarvi che da oggi la Fisurf (fed it surf) mi ha affidato
l’incarico di coordinatore del settore giudici nazionale. Io mi occupo di
competizioni da circa 15 anni come giudice, head judge in alcune delle piu’
importanti gare nazionali e contest director e ritengo di conoscere piuttosto
bene tanto la materia, quanto l’attuale situazione, da un punto di vista
tecnico, del parco giudici italiano. A seguito di una mia riflessione
su queste attuali condizioni, ho offerto la mia collaborazione per un progetto
che vorrebbe essere in grado, di coordinare e riordinare il settore, stabilire
degli efficaci livelli di comunicazione, redigere dei regolamenti che siano
attuali, in sintonia con quelli mondiali e con unita’ del criterio di giudizio,
massimizzare la capacita’ professionale dei giudici e dare nel contempo
a noi stessi quel riconoscimento professionale che mi pare imprescindibile.
Le figure dei giudici sono, a mio avviso importantissime ai fini dello svolgimento
corretto di una competizione agonistica; dalla loro abilita’ dipende la
correttezza del risultato finale e la risoluzione di qualunque problema
tecnico o disciplinare si verifichi nel corso di una gara. Per tali motivi
ritengo indispensabile stabilire un livello di professionalita’ che ci consenta
di operare nella maniera piu’ equa ed imparziale possibile si che i giudici
unitamente ai surfers, alle onde, e all’organizzazione tecnica diventino
il quarto pilastro portante della struttura di qualunque gara. Quello del
giudice è, e va sempre considerato, un contributo tecnico prezioso al quale
deve andare il giusto e dovuto riconoscimento, sia in termini di rispetto
quanto economici, ma per ottenere queste cose bisogna riuscire innanzitutto
ad essere competenti, professionali, seri e capaci, prerogative indispensabili
per offrire una percezione impeccabile della qualita’ di tutto il corpo
giudici nazionale.
Per il raggiungimento di tale scopo ho elaborato un programma di natura
sia organizzativa che didattica e che in linea di massima passerebbe attraverso
i seguenti punti:
– creazione di un database dei giudici italiani esistenti nel quale siano
indicati livello ed esperienza degli stessi.
– Acquisizione delle licenze e dei programmi didattici ASP per la formazione
dei giudici e organizzazione di nuovi corsi (selettivi)di formazione e/o
di passaggio a livelli superiori.
– uniformazione di regolamenti e criteri di giudizio in corrispondenza con
quanto adottato dagli organismi internazionali e diffusione degli stessi
sia a mezzo di stampa, che via internet.
– definizione di un tariffario minimo per il compenso delle giornate di
lavoro dei componenti le giurie.
– raccomandazione ,per ogni club, di dotarsi di un numero minimo di giudici
certificati in grado di seguirne l’attivita’ agonistica
– obbligo , per ogni manifestazione agonistica riconosciuta Fisurf, della
presenza di un numero minimo di giudici federali
-infine , proporrei alla Fisurf di autorizzare la nascita di una vera e
propria associazione giudici, autonoma ed indipendente, ma riconosciuta
all’interno della Fisurf, con funzioni gestionali e organizzative del settore,
sul modello delle federazioni arbitri di altri sport e che pagherebbe un
fee annuale alla federazione sul modello dei surf clubs e con diritto ad
un rappresentante in consiglio federale.
– tenuta e aggiornamento, sul sito internet federale delle pagine dedicate
al settore giudici.
al fine di conseguire tali obbiettivi sarei lieto di organizzare una prima
convention nazionale dei giudici, italiani in settembre in sardegna, in
concomitanza con la tappa del campionato longboard a s’Archittu (Oristano)
nel corso della quale si terrebbero i corsi di cui sopra, si discuterebbero
i punti del programma e si potrebbe finalmente far nascere l’associazione
giudici. A tale scopo chi è interessato potrebbe contattarmi per stabilire
i dettagli, ai seguenti numeri: 347-4329894 070-486382 wavewave@tiscali.it
Confidando in una condivisione, da parte vostra , di questo mio progetto
e in attesa di un vostro cenno adesione, invio a tutti il mio più amichevole
saluto ed un augurio per un futuro di crescita a tutto il corpo giudici
Italiano.”

Graziano Lai

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
17 × 22 =


INSTAGRAM @SURFCORNER #SURFCORNER