Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Chiacchiere, sfoghi, i grandi temi della vita (tipo: Surf, surf, e ancora surf...)

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda captainkook » gio dic 07, 2023 5:50 pm

GIAMPI ha scritto:Ma le vongole in Australia non ci sono? Pensa Cap che quelle che chiamano veraci e mangi al ristorante, sono di origine tailandese e di allevamento, se vuoi mangiare qualcosa di nostrano e saporito accertati che siano vongole normali, dette lupini qui nel Lazio ottime e saporite che poi sono le stesse dell'Adriatico, quelle veraci che si trovavano una volta nel tirreno e che erano splendide, sono state decimate dalle sorbone, le apposite barche per la pesca delle stesse.


Ci sono le vongole, locali e importate e i lupini (pipis) che si trovano anche in spiaggia ma non ne puoi prendere troppi e in Australia si mangia anche bene in generale. Era piu' l'atmosfera, i sapori, la trattoria vicino alla spiaggia che mi avevano entusiasmato, poi per carita', c'e' il rischio che la mia assenza dalla patri mi abbia reso di bocca buona :-)
Here for the fucks, because usually zero are given.
captainkook
 
Messaggi: 415
Iscritto il: mer apr 01, 2015 6:04 am

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda 312T4 » ven dic 08, 2023 8:37 am

Esattamente.
E' il contesto ad essere diverso.

E cmq dalle mie parti e' gia' difficile trovare cozze fresche. Le vongole non le ho mai viste in vendita al supermercato. Solo in ristoranti italiani.
Se parli di pesce la gente pensa al fish&chips. Qua e' anche difficile trovare pesci freschi -interi- da comprare.
Loro tagliano tutto e si comprano solo filetti, se proprio devono cucinare.

Per darvi una idea, da queste parti (non so giu' da Captain), i ristoranti italiani sono carissimi e generalmente fighetti. Di certo non ci entrerei in costume da bagno. Ed in ogni caso sono gia' pochi a Brisbane, figuratevi al mare. Bisogna andarli a cercare con google map e mettersi in macchina.
Diciamo che non l'ho neanche mai pensato dopo un surfata.
Per questo mi ha sorpreso.

Sapete come dicono gli inglesi: "When in Rome, do as Romans do."
"Quando sei a Roma, fai come i romani".
Io applico questo principio al contrario. Qua e' meglio fare come gli australiani. Dopo una surfata mattutina dritto al surfclub, ciabatte e sabbia compresa, per un hamburger, patatine e birra.
Che ci vuoi fa!
312T4
 
Messaggi: 217
Iscritto il: gio ott 27, 2016 7:30 am

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda 312T4 » ven dic 08, 2023 8:40 am

Cmq in termini di chilometri anche io non scherzo.
Non vivendo al mare, ogni sessione sono minimo 220km a/r.
:(
312T4
 
Messaggi: 217
Iscritto il: gio ott 27, 2016 7:30 am

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda GIAMPI » lun dic 11, 2023 12:00 pm

Comunque non è che lo spaghetto con le vongole d'allevamento non sia buono, amzi se il cuoco ci sa fere è ottimo, ma se provi la differenza fra le due vongole capisci.
GIAMPI
 
Messaggi: 3083
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda GIAMPI » lun dic 11, 2023 12:19 pm

Comunque lo spaghetto con le vongole è di facile preparazione: fai aprire le vongole in una padella a fuoco medio e di grandezza tale che non siano sovrapposte, prima di mettere le vongole fai dorare appena due spicchi d'aglio tagliati a meta e privi di anima con un pezzetto di peperoncino, quando si sono aperte tutte, quelle che non si aprono buttale, leva le vongole con una schiumarola e mettile in un piatto fondo coperte, il sughetto che rimane nella padella va messo in una ciotola evitando che gli immancabili granelli di sabbia sul fondo vengano raccolti. In un padellino a parte fai soffriggere altri due spicchi d'aglio come prima, peperoncino e una puntina di pasta d'acciughe. A questo punto se ti piacciono rosati aggiungi un pomodorino piccadilly a persona fatto a pezzi, altrimenti continui aggiungendo qualche cucchiaiata del liquido d'apertura delle vongole, la stessa cosa va fatta con i piccadilly, poi scoli gli spaghetti due tre minuti prima del tempo massimo di cottura e ripassi il tutto in padella aggiungendo il sugo d'apertura e quello cotto a parte, battuto di prezzemolo qb e buon appetito.
GIAMPI
 
Messaggi: 3083
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda 312T4 » mer dic 20, 2023 8:28 am

GIAMPI ha scritto:Comunque lo spaghetto con le vongole è di facile preparazione: fai aprire le vongole in una padella a fuoco medio e di grandezza tale che non siano sovrapposte, prima di mettere le vongole fai dorare appena due spicchi d'aglio tagliati a meta e privi di anima con un pezzetto di peperoncino, quando si sono aperte tutte, quelle che non si aprono buttale, leva le vongole con una schiumarola e mettile in un piatto fondo coperte, il sughetto che rimane nella padella va messo in una ciotola evitando che gli immancabili granelli di sabbia sul fondo vengano raccolti. In un padellino a parte fai soffriggere altri due spicchi d'aglio come prima, peperoncino e una puntina di pasta d'acciughe. A questo punto se ti piacciono rosati aggiungi un pomodorino piccadilly a persona fatto a pezzi, altrimenti continui aggiungendo qualche cucchiaiata del liquido d'apertura delle vongole, la stessa cosa va fatta con i piccadilly, poi scoli gli spaghetti due tre minuti prima del tempo massimo di cottura e ripassi il tutto in padella aggiungendo il sugo d'apertura e quello cotto a parte, battuto di prezzemolo qb e buon appetito.


Mi uccidi. Ho fame.
312T4
 
Messaggi: 217
Iscritto il: gio ott 27, 2016 7:30 am

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda 312T4 » mer dic 20, 2023 8:43 am

Cmq ho appena visto un video -fresco- di un onda in sardegna: point break abbastanza lungo, onda quasi regolare ed uno col long che se la gode.
Bello bello bello.
Ho trovato il posto su google map e dal satellite appare abbastanza ovvio, anche se col senno di poi son bravi tutti.
La prossima estate ci vorra' molto ma molto culo per surfare qualcosa.
Ma un po' di maestralino non me lo puo' negare! Speriamo.

Intanto voi alla fine non mi avete raccontato niente eh!
312T4
 
Messaggi: 217
Iscritto il: gio ott 27, 2016 7:30 am

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda GIAMPI » mer dic 20, 2023 11:12 am

Cosa vuoi che ti racconto?
GIAMPI
 
Messaggi: 3083
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda 312T4 » mar gen 16, 2024 8:39 am

GIAMPI ha scritto:Cosa vuoi che ti racconto?


Qualcosa relativo all'autunno straordinario che ha fatto nello stivale.
Come dicevo all'inizio: un'onda, una emozione, una visione particolare... qualsiasi cosa di carino.
312T4
 
Messaggi: 217
Iscritto il: gio ott 27, 2016 7:30 am

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda 312T4 » mar gen 16, 2024 9:04 am

Ok un'onda ve la racconto io.
Successo prima di natale e ci penso ancora.
Scritto per il blog, lo riporto qua per cazzeggio.

È una serie di tre onde.

La prima è piccola per il tipo di giornata, sul metro e mezzo forse, e con l'alta marea c'e' da lavorare. Non ho intenzione di sprecare energia con essa. Vedo qualcuno che ci prova e si toglie di mezzo. La seconda è di dimensioni rispettabili, ma noto che quella dietro potrebbe essere ancora più grande. Sono a Kirra e la maggior parte delle onde si chiude come al solito. Non ho voglia di entrare nella schiuma di questa e poi di farmi l'effetto lavatrice della successiva. Quindi aspetto ancora, mentre un paio di persone ci provano e si tolgono di mezzo. Mi ritrovo magicamente da solo, o il primo nell'ordine. La terza onda sta arrivando ed è effettivamente grande, almeno per me. Per un momento considero di lasciarla perdere, ma di solito non ho molte occasioni per cavalcare onde del genere. Sono di buon umore, il sole splende, l'acqua è bellissima, penso 'fanculo' e giro la tavola.

Sono un po' fuori e prendere l'onda richiede più tempo del previsto (avevo ragione con la prima). Quando salto su, sono in cima a una discesa che vuole diventare dirupo molto in fretta. Ho bisogno che la tavola scenda immediatamente. Spingo con il piede anteriore e affondo il bordo nella faccia dell'onda aperta. Scivolo sull'acqua come un coltello nel burro. Dopo un momento penso di fare un bottom turn ma l'acqua sotto di me sta accelerando e scavando celermente. So che questo è il solito closeout che sta gia' arrivando. Potrei dover puntare verso la spiaggia da un momento all'altro e rinunciare. Ma davanti a me l'onda e' ancora aperta. L'uscita è lì. C'e' speranza. Insisto.

Muovo i piedi in avanti e piego le ginocchia. Sposto il peso per accellerare. Ma anche l'acqua lo sta facendo. Sto cavalcando di spalle come al solito, quindi non vedo molto ma sento un muro d'acqua vicino alla mia spalla. Sono ancora a metà altezza, non sono mai sceso giu', praticamente, e sotto di me l'acqua viene risucchiata sempre piu' velocemente. Vedo la sabbia. Merda. Ora posso solo andare avanti. Più veloce.
Avanzo ancora e mi accuccio. Mi trovo vicino al naso della tavola, piegato e bloccato in questa posizione. Le braccia in avanti, le ginocchia sotto le ascelle. Sto trimmando perfettamente immobile e magicamente mi muovo nello spazio. L'acqua si alza verticalmente, passa vicino al mio corpo e si piega e si frantuma da qualche parte dietro di me. Non posso vederlo e sono troppo spaventato ed esaltato per muovere un muscolo, ma so che c'è un tubo proprio accanto a me. Non parlo di cose assurde. Sara' un tubetto da starci accovacciato. E io non sono nel tubo. Scappo dal tubo, correndo appena avanti ad esso. Ma e' la prima volta che non vengo distrutto da un'onda di questo tipo e non posso credere che stia succedendo.

Il perfetto equilibrio non sembra avere fine. Ho il tempo di notare tre persone in acqua: un adulto e due bambini. Perché diavolo ci sono bambini in acqua con queste onde? Non cesserò mai di stupirmi di questo. I due ragazzini sono sulla mia traiettoria. Posso vedere che uno in particolare vorrebbe evitare l'onda passando a destra, davanti a me. Ma quella è la direzione che ho preso e onestamente non posso fare altro che andare la, dritto. L'onda sta continuando così a lungo che ho il tempo di puntare il dito indice in avanti guardando i ragazzi.

'Ragazzi, sto andando dritto là e sarebbe meglio che vi toglieste di mezzo o moriremo tutti' è il mio messaggio. I due ragazzini si immergono con un duck dive sotto di me. Ragazzini australiani. Il primo è così vicino che mi chiedo se lo ucciderò con la pinna. Dopo di che, finalmente l'onda perde potenza, posso vedere di nuovo l'orizzonte e raggiungo la spalla, la mia destinazione originale. Mi alzo, mi sposto indietro e penso di girare a sinistra, ma è tutto schiuma ed è debole. Lascio perdere e mi siedo sulla tavola. No mi sono nemmeno bagnato!

È successo davvero? Sono così gasato che potrei tornare a casa adesso. Ho finito. Nulla puo' eguagliare cio' che e' appena successo. Guardo indietro verso la fila di onde e vedo che devo spaccarmi e remare di nuovo quasi tutto il tragitto.
Cosa faccio? Ok, remo. Ne prendo solo un'altra, dai.
312T4
 
Messaggi: 217
Iscritto il: gio ott 27, 2016 7:30 am

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda GIAMPI » mar gen 16, 2024 11:54 am

Il primo tubo non si scorda mai!!!!
GIAMPI
 
Messaggi: 3083
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda Paolo Cartacci » mer gen 17, 2024 8:56 pm

312T4 un surfpoeta; "ragazzi, sto andando dritto la' e sarebbe meglio che vi toglieste o moriremo tutti " :lol: , davvero bravo.
Paolo Cartacci
 
Messaggi: 119
Iscritto il: mar mar 17, 2020 9:26 pm

Re: Raccontatemi la mareggiata ott/nov 23

Messaggioda 312T4 » mar gen 23, 2024 8:25 am

:-D ho rischiato la vita anche per voi! 8)
312T4
 
Messaggi: 217
Iscritto il: gio ott 27, 2016 7:30 am

Precedente

Torna a Bla Bla...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti