Quando il leash si impiccia.

Info tecniche, consigli, principianti, esperti, trim, tricks, surfboards ...insomma pillole di saggezza per migliorare il tuo surf.

Quando il leash si impiccia.

Messaggioda GIAMPI » lun mar 01, 2021 12:08 pm

Apro questo argomento perché abbiamo trascurato in un precedente post il fatto che più è lungo il leash e più è facile che si impicci al tail, alla pinna o addirittura ai piedi o alle mani /braccia. Posso dire che per i loggers, diventa una bella rogna quando si fanno i passi.
Personalmente, surfando quasi sempre con leash fra i 9' / 10' , raramente scendo fra 8' /7', trovo che sia una buona politica gestionale, controllarlo sempre in maniera che non vada a finire nei posti sbagliati, quando risalgo guardo che sia in chiaro e quando attendo lo tengo in mano, in maniera che sia pronto alla bisogna, infatti hanno la tendenza ad affondare e affondando tendono ad avvolgersi sul piede, sulla pinna o sul tail, complice anche la paraffina che si appiccica allo stesso, favorendo ulteriormente l'affondamento.
Per ovviare a questo inconveniente, ho pensato di renderlo galleggiante, applicando o un tappo di sughero, oppure un galleggiante da rete di pesca, ovviamente quelli piccoli. Così, posizionandolo a circa un metro dal tail, spero che gli inconvenienti citati precedentemente non si verifichino più.
Cercherò di sperimentare al più presto, nel frattempo che arrivano le onde, vi chiedo di esprimere il vostro pensiero in proposito e magari di raccontare le vostre attenzioni in merito.
GIAMPI
 
Messaggi: 2908
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda Paolo Cartacci » lun mar 01, 2021 6:22 pm

Salve a tutti. Caro Giampi, penso sia una battaglia persa, se non ricordo male il buon Jack O'Neill perse un occhio per testare un nuovo leash. Come penso che le abbiano provate tutte, o quasi, per "vendere" . . sai com'è?! Se li hanno fatti non galleggianti un motivo ci deve essere. È forse il problema più grande che accomuna la maggior parte dei surfisti dei long; quando ti trovi posizionato perfettamente sull'onda della giornata e devi decidere in un nanosecondo cosa volerne fare e ti ritrovi questo incubo incastrato in mezzo alle dita del piede sul tail . . Hanno provato anche a propinarci una specie di "Jojo" che non poteva che avere poca fortuna.
Paolo Cartacci
 
Messaggi: 82
Iscritto il: mar mar 17, 2020 9:26 pm

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda fabrizioR » mar mar 02, 2021 9:32 am

E io che pensavo di essere l'unico ad avere questi problemi e quasi non ne parlavo per vergogna.. :banghead: :banghead:
non avevo mai pensato a tenerlo in mano come scrive Giampi, magari è una buona idea ma, mio parere, se affonda un pò è forse l'unica maniera per tenerlo relativamente disteso.
Non so... l'idea del galleggiante non mi convince ma magari poi è l'uovo di Colombo a cui non aveva mai pensato nessuno.
Aspetto con curiosità il feedback di Giampi.
fabrizioR
 
Messaggi: 272
Iscritto il: mar feb 21, 2017 10:17 am

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda Fleur » mar mar 02, 2021 11:11 am

io vado senza, se la misura delle onde non me lo permette piu' significa che devo cambiare tavola e passare ad una piu' corta con leash.
lo so andare senza è una stupidata ma davvero il leash ed i passi sulla tavola sono 2 cose che male si conciliano secondo me, per questo motivo con il long surfo sempre in posti poco affollati.
Fleur
 
Messaggi: 5475
Iscritto il: lun ott 18, 2004 12:00 pm

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda GIAMPI » mar mar 02, 2021 12:10 pm

Fiorellino, andare senza è stupendo! Ma fra affollamento e inetti vari che hanno la capacità di essere sempre nel posto sbagliato nel momento sbagliato, diventa una croce. Per un discreto periodo di tempo avevo due spot dove praticamente ci surfavo solo io, poi qualche testicolopode ha sparso la notizia e si sono affollati, quindi fine del senza leash.
Comunque la prossima testerò questa mia idea e vi farò sapere.
Rispondo anche a Paolo, il materiale stesso con cui sono fatti, connubio fra resistenza alla trazione e giusta elasticità, tende ad affondare. Già un leash costa 30/40 € e molti avventori storcono il naso, suppongo che aggiungendo in fase di produzione un sistema che lo faccia galleggiare, il costo aumenti ulteriormente rendendolo ancor meno allettante.
GIAMPI
 
Messaggi: 2908
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda Paolo Cartacci » mar mar 02, 2021 6:00 pm

Rieccoci. Ho fatto una piccola ricerca e ho trovato un qualcosa che potrebbe interessare al riguardo: Dakine Superlite leash 6' per una cifra intorno ai 30 dollari; si tratta di un leash galleggiante a mo' di "bucatino" Ideato per il surf foilng (surf tipo aliscafo), interessante è il commento di un surfista che dice che ci si è trovato bene anche con il surf tradizionale, suppongo tavola corta.
Paolo Cartacci
 
Messaggi: 82
Iscritto il: mar mar 17, 2020 9:26 pm

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda 312T4 » mer mar 03, 2021 7:59 am

Questa cosa interessa anche me!
Al contrario di Fleur, dopo esser passato dalla caviglia al ginocchio, io non trovo grande intralcio a camminare sulla tavola col leash.

Tuttavia il problema dell'effetto salume mi si e' ripresentato quando mesi fa ne ho preso uno nuovo. Credo che il problema principale sia che rimangono arrotolati per mesi nelle confezioni.
Per ora la mia tattica e' questa:
-Non lo lego piu' intorno alla tavola, ma lo tolgo immediatamente. Poi lo appendo in garage per la meta', sperando che la gravita' faccia il suo dovere a stirarlo
-Prima di ogni onda lo afferro e lo tiro, lasciandolo in acqua accanto alla gamba a cui e' legato. Ormai e' quasi un tic!

Cmq questo nuovo mi fa impazzire lo stesso. Sembro fantozzi. Col vecchio ormai succedeva pochissimo.

Interessante il suggerimento di Paolo. Anche se con le stirate che ogni tanto mi capita di fare a Kirra, non mi fiderei troppo di un leash vuoto..
In passato ho comprato invece l' XM Tanlge Free, non so se sia ancora in commmercio, che aggiungeva un pesetto per tenerlo invece sotto. Ma era una boiata.
Questa la review del tempo (italiano in basso): ttps://serendipitysurf.blogspot.com/201 ... eview.html

Insomma, non ho soluzioni vere.
Se il sughero funziona copio!
312T4
 
Messaggi: 170
Iscritto il: gio ott 27, 2016 7:30 am

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda GIAMPI » mer mar 03, 2021 6:30 pm

Be il leash deve essere robusto, per un foil va bene anche cavo, ma per un tavolone, i miei vanno da 6 a 12 Kg, ci vuole qualcosa che resista se cadendo la tavola continua e viene strattonata dall'onda.
Testeremo il metodo turacciolo e vi saprò dire.
Comunque è sempre buona norma tenerli quantomeno arrotolati a spire larghe e dargli una stirazzata prima di entrare, specialmente la prima volta che si usano, visto come sono confezionati.
GIAMPI
 
Messaggi: 2908
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda Inghi » dom mar 14, 2021 7:58 am

un po' di wd40 ogni tanto negli snodi non guasta, in genere si inchiodano parzialmente ed impediscono la rotazione del leash che alla lunga diventa un serpente
"Fottuta scimmia, è sempre in agguato!"


https://www.facebook.com/inghi
https://picasaweb.google.com/106910344584447488658
Avatar utente
Inghi
 
Messaggi: 5810
Iscritto il: dom nov 21, 2004 10:30 pm
Località: Sanremo, la città  dei sorrisi e dei cazzoni

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda GIAMPI » lun mar 15, 2021 8:27 pm

Sempre fatto, anche con un altro prodotto della CRC che forse si presta anche meglio (silicone spray), ma attenzione a chi legge queste righe: vanno usati con estrema parsimonia: se una goccia di questi prodotti citati cade sul deck può diventare scivolosissimo, quindi asciugare con meticolosità l'eccedenza. Ultimamente stavo pensando ad un grasso di derivazione nautica che non saponifica, c'è anche spray, non è molto agevole inserire del grasso normale all'interno delle girelle del leash, sopra tutto non saponifica a contatto dell'acqua divenendo inservibile ed è adesivo.
Ma torniamo al turacciolo, testato ieri e funziona, ho preso un tappo di sughero e con due giri di grey tape lo ho fissato al leash a circa un metro e venti un metro e mezzo dall'attacco del laccetto, tiene a galla il leash, non crea attrito sull'acqua quando si surfa perché galleggiando rimbalza sull'acqua e non si impiccia con la pinna ne col tail. Mi è successo una sola volta rispetto alle altre volte che era quasi un continuo in fase di attesa ma per mia distrazione, i famosi culetti!
Se volete provare tenete conto della lunghezza del leash
La prossima volta testerò un apposito galleggiante idrodinamico fatto col polistirolo alta densità che si usa per fare i pani delle tavole e lo bloccherò con delle guaine termoretraibili, speriamo che non si squagli con il calore del fon.
Attendo le vostre impressioni.
GIAMPI
 
Messaggi: 2908
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda Surftauro » mar mar 16, 2021 1:57 pm

Puoi costruire qualcosa che eviti di impiccarsi col leash? Io sono ancora a quel punto :supergrin:
Scherzi a parte pensavo che il problema lo avessi io in quanto inesperto, proverò intanto il tappo di sughero, tanto il vino lo stappo spesso. OT oggi mi sono dimenticato il leash a casa ed ho provato senza, visto che comunque non erano onde grosse, stando attento a stare lontano dagli altri. Bè è molto bello e da una bella sensazione di libertà, però ancora non sono pronto per gestire tutte le cadute
Surftauro
 
Messaggi: 331
Iscritto il: mar mag 12, 2020 12:44 am

Re: Quando il leash si impiccia.

Messaggioda GIAMPI » mar mar 16, 2021 7:35 pm

Come ho spiegato prima, posizionando il tappo a metà circa del leash, lo stesso galleggia, evitando così che vada sotto ad attorcigliarsi alla pinna e tante volte al tail. Certo che quando risali sulla tavola, specialmente se hai il vizio di correre l'onda finche puoi, capita egualmente che il leash rimanga preso da un piede che con i calzari d'inverno, si sente e non si sente.
Può succedere che stando seduto sulla tavola in attesa e facendola ruotare, per vedere magari qualcosa di interessante, il leash si prenda con il tail, ma ci vuole un'attimo per liberarlo. Nel complesso sono rimasto soddisfatto dall'umile turacciolo di sughero.
Certo caro Torello surfare il long senza il leash è impagabile, ma con quello al ginocchio presto si fa l'abitudine.
Comunque quando surfo senza, metto un pezzo di cima doppio, da 6/8 mm, lungo una metrata, attaccato al laccetto che ti consente di fermare abbastanza agevolmente la tavola su misure d'onda nell'ordine di un paio di piedi.
Meglio portarsi sempre due leash e due pinne, così stai sicuro se uno dei due ti dovesse abbandonare.
GIAMPI
 
Messaggi: 2908
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma


Torna a Tecnica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti