SPARTACO

Info tecniche, consigli, principianti, esperti, trim, tricks, surfboards ...insomma pillole di saggezza per migliorare il tuo surf.

Re: SPARTACO

Messaggioda miguelsurf » ven feb 05, 2021 10:13 pm

La tira per le lunghe e potrebbe sintetizzare molto, ma non sono balorde le cose che dice... :capt:
miguelsurf
 
Messaggi: 601
Iscritto il: lun dic 10, 2012 10:10 am

Re: SPARTACO

Messaggioda Minue » sab feb 06, 2021 12:35 am

Ciao Miguel, se ti riferisci a me, è perchè è l'unico modo in cui riesco a spiegare i concetti per farli capire correttamente senza dover poi rispiegarli generando un loop infinito di incomprensioni.
comunque ringrazio di nuovo Fiore per aver ripostato quel vecchio 3d del 2009, letto tutto, e ne ho tratto molte conclusioni...

La prima è che tutti quelli, fino a prova contraria, che hanno provato i suoi metodi sono rimasti soddisfatti, mentre gli scettici che non mancano mai giustamente, banalizzavano il discorso in : "metodo/tavola magica" "prezzi astronomici per imparare il surf che ho imparato senza spendere nulla" e quant'altro... A parer mio, gli scettici non avevano altri mezzi e parole per dimostrare fatti che gli altri potevano raccontare con l'esperienza fatta con Spartaco, quindi sulla pelle...

2 è che già da quel che intuivo, non vende tavole magiche, eppure era semplice il discorso, non contava chi era lo shaper che produceva le tavole perchè se io faccio le mie tavole con i miei parametri, sono tavole customizzate non sulla singola persona, mentre Spartaco dava allo shaper solo i parametri dettati da lui sullo studio della singola persona, lo shaper prendeva il progetto, se aveva la cnc ancora meglio per lui, e la tavola che usciva, teoricamente era magica solo per quel singolo individuo... quindi le tavole di d'angelo erano tutt'altra cosa dei progetti dati da Spartaco a D'angelo, se era davvero X a fare le tavole... se uno shaper è bravo, sarete d'accordo che ogni progetto che gli dai te lo fà per come glielo dai... Lui gia aveva la cnc se non erro quindi inutile parlarne...

Ultima (forse) cosa che vorrei dire, è che non è da disprezzare molto l'insegnamento online, ridicolizzando anche quello, certo dal vivo è più efficace, ma se sei bravo a farti capire, e Spartaco da quel che ho visto mi sembra uno che sa parlare e spiegare molto bene, cio che vai spiegando, se lo conosci perfettamente riesci ad insegnarlo nella maniera ottimale a chiunque... vi porto un esempio banale sulla mia pelle, che mi è successo proprio oggi: io per arrivare al punto in cui sono ora nel riparare le tavole, ho impiegato 3 anni circa, fra ricerche, rotture di coglioni a shaper vari, eccetera eccetera, Inghi può confermare che a volte ho rotto i maroni pure a lui telefonicamente, ed è sempre stato disponibile, dunque, in 3 anni ho sviluppato una tecnica diciamo mia, che nessuno può imparare all'istante se non gli viene insegnata da me, ma dovrà fare un percorso come feci io, con sudore, insuccessi e sbattimenti vari...
Arrivo al dunque, (se vi siete annoiati chiudete il 3d, a me piace essere esauriente) Mio cugino ormai vive da quasi 2 anni a Fuerte, col covid è più dura del previsto, quindi gli ho detto, stai nel mondo dei surfisti, anche se non c'è turismo, comunque gli isolani surfano quasi tutti, ti insegno a riparare tavole, con dei videocorsi semplici, e dei video addirittura con disegnini per fargli capire determinati passaggi... Lui nenache sapeva cosa fosse la fibra di vetro, meno di un mese fà gli è arrivato tutto l'occorrente, ha riparato da poco la sua tavola, non male diciamo, ed oggi mi ha inviato le foto di quella del suo amico, 15 punti da riparare, tail quasi tutto, sono rimasto sbalordito, sembrava che l'avessi riparata io, gli manca ancora la parte più delicata, almeno come la considero io, il glossing, che nella riparazione deve essere eseguito e lavorato bene...

questo per dire, che i miei 3 anni di esperienza glieli ho trasmessi in 5 6 video e 2 disegnini in video chiamata...
stessa cosa la tecnica della remata, se io assimilo tutta la sua esperienza nell'eseguire i 15 movimenti in poche lezioni, e mi ci impegno io, in un'attimo ho in tasca come dice lui, la tecnica completa di remata che fa la differenza sulla partenza con sotto una tavola con rocker maggiore... Io credo nel suo metodo, appena posso lo faccio e vi aggiorno, premetto che sono una pippa, taglio a malapena a destra e sinistra su onde morbide, vediamo se cambia sto deficit di non riuscire a prendere tutte le onde e riesco a salire su una short, ovviamente mi faccio dare i parametri da lui e la faccio da me hahahahaha... non sarà di Michele ma almeno sarò felice di mettermi in gioco...
Minue
 
Messaggi: 133
Iscritto il: mar ago 22, 2017 2:12 pm

Re: SPARTACO

Messaggioda Surftauro » sab feb 06, 2021 9:35 am

Allora, un conto è imparare una procedura come quella di riparazione ad esempio, quella è una conoscenza teorica che al novizio ci vorranno ore per fare una riparazione allo shaper esperto 10 min, uno la farà accettabile l'altro perfetta, la tecnica di remata o di un qualsiasi atro sport deve essere assimilata non a livello teorico ma a livello istintivo diciamo, e questo si acquisisce solo applicando la giusta tecnica ad un giusto tempo passato in acqua. L'unica cosa che non sono d'accordo dal basso della mia micro esperienza è che quando parla della remata per il T. O dice metti er nox come e machine da corsa ruotando il Busto come i pugili, io ho capito che intende ma se ruoti il Busto te porti dietro la tavola e freni.. Ok la remata con lungo raggio e utilizzando i dorsali e non la spalla (che comunque mio cognato preparatore atletico che non ha a che fare col surf mi aveva già detto) e te ne accorgi dalla tendinite alla spalla che ti porti uscendo se lo hai fatto, io lho avuta per mesi perché sbagliavo. Però la rotazione del Busto o non ho capito oppure non son d'accordo
Surftauro
 
Messaggi: 344
Iscritto il: mar mag 12, 2020 12:44 am

Re: SPARTACO

Messaggioda GIAMPI » sab feb 06, 2021 9:14 pm

Minue ha scritto:
Fleur ha scritto:
Minue ha scritto:mi è capitato con la mia 8 creata da me, rocker piuttosto leggero e bordi parecchio taglienti, (lo so i bordi non dovevo tirarli, ma oramai è fatta... e mi piace così) non troppo volume

ti sei risposto da solo, stai usando una tavola fatta in casa da te, quante tavole hai fatto nella tua vita?
prova ad usare una tavola fatta a modo da uno shaper e vedrai che la risposta sarà differente.
via ragazzi diamoci una regolata e non facciamola diventare la sagra del kook per favore.


La tavola in questione, è stata provata da qualche altra persona, ovviamente più brava di me, tra cui Massimiliano Spolverini, uno che sa surfare, e mi ha fatto I complimenti per la tavola, come anche gli altri che l'hanno provata, ma comunque non è questo l'argomento, che la tavola vada o meno non c'entra con la tecnica di cui parliamo sopra, io so da me di essere una schiappa, mai negato, appunto amo approfondire le cose... E su tutta la linea generale di esperienze fatte e viste, mi sembra che quello che dice sia molto interessante, e i tuoi discorsi fiore non vanno ad intaccare le cose dette sopra, non mi ritengo scudiero di Spartaco, (hahaha fa ridere la frase) ma la sua teoria a parer mio, fila... Ovviamente proverò per credere, voglio provare, vorrei solo avere un dibattito logico su questa tecnica.
Riguardo, lo stringere le chiappe, per te potrebbe essere scontato, come per sono scontate cose di cui tu sei perfettamente principiante, ovvio, vorrei vedere quanti di questo forum remino in maniera impeccabile... Io surfo con amici, dire surfo è esagerato, mi diverto con loro nelle onde và, e nessuno mi sembra avere quest'impostazione corretta...

Vorrei spezzare una lancia a favore di Minue.
La tavola in questione la vidi durante il parto, dico parto perché il povero Minue soffriva come una novella partoriennte, il primiparo, si impegnava e sudava documentandosi e rompendo le palle a tutti, sue parole, attanagliato da dubbi amletici, ma alla fine la partorì. Io l'ho vista prima della lucidatura e rimasi favorevolmente colpito.
Il giovane si farà perché ha perseveranza, mano e passione.
GIAMPI
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: SPARTACO

Messaggioda Minue » sab feb 06, 2021 10:28 pm

Surftauro ha scritto:Allora, un conto è imparare una procedura come quella di riparazione ad esempio, quella è una conoscenza teorica che al novizio ci vorranno ore per fare una riparazione allo shaper esperto 10 min, uno la farà accettabile l'altro perfetta, la tecnica di remata o di un qualsiasi atro sport deve essere assimilata non a livello teorico ma a livello istintivo diciamo, e questo si acquisisce solo applicando la giusta tecnica ad un giusto tempo passato in acqua. L'unica cosa che non sono d'accordo dal basso della mia micro esperienza è che quando parla della remata per il T. O dice metti er nox come e machine da corsa ruotando il Busto come i pugili, io ho capito che intende ma se ruoti il Busto te porti dietro la tavola e freni.. Ok la remata con lungo raggio e utilizzando i dorsali e non la spalla (che comunque mio cognato preparatore atletico che non ha a che fare col surf mi aveva già detto) e te ne accorgi dalla tendinite alla spalla che ti porti uscendo se lo hai fatto, io lho avuta per mesi perché sbagliavo. Però la rotazione del Busto o non ho capito oppure non son d'accordo


Hola Tauro, è vero che fare una cosa manuale è molto meno difficile da acquisire rispetto ad una tecnica da eseguire fisicamente scomposta in diversi passaggi da imparare prima uno alla volta, infatti lui pretende che ne impari una a session, anche a mare piatto, anzi a mare piatto meglio, almeno ti puoi concentrare totalmente ad allenare quella precisa sottotecnica, infatti questa cosa mi incuriosisce molto, mentre riguardo al nox come dice lui, in pratica, da quel che ho capito io vedendo il video dove ne parla, devi girare il busto nella remata per allungare ancor più l'arco della remata e generare ancora più potenza, ma quell'anomala spinta di nox, non la devi fare appena intercetti l'onda da lontano e inizi a remare, ma solo appena stai per spingere di brutto per poco prima di entrare in planata, ossia saranno circa 6 7 bracciate così, quindi gia sei partito in velocità, la tavola và, e per lo sprint in più usi quell'ulteriore metodo... ora non so davvero come funzioni, e come dici tu, teoricamente la tavola si dovrebbe comportare in maniera differente, ma credo a questo punto che avrà anche il metodo di far rimanere la tavola ben ferma...
Minue
 
Messaggi: 133
Iscritto il: mar ago 22, 2017 2:12 pm

Re: SPARTACO

Messaggioda Minue » sab feb 06, 2021 10:59 pm

ti sei risposto da solo, stai usando una tavola fatta in casa da te, quante tavole hai fatto nella tua vita?
prova ad usare una tavola fatta a modo da uno shaper e vedrai che la risposta sarà differente.
via ragazzi diamoci una regolata
e non facciamola diventare la sagra del kook per favore.[/quote]

La tavola in questione, è stata provata da qualche altra persona, ovviamente più brava di me, tra cui Massimiliano Spolverini, uno che sa surfare, e mi ha fatto I complimenti per la tavola, come anche gli altri che l'hanno provata, ma comunque non è questo l'argomento, che la tavola vada o meno non c'entra con la tecnica di cui parliamo sopra, io so da me di essere una schiappa, mai negato, appunto amo approfondire le cose... E su tutta la linea generale di esperienze fatte e viste, mi sembra che quello che dice sia molto interessante, e i tuoi discorsi fiore non vanno ad intaccare le cose dette sopra, non mi ritengo scudiero di Spartaco, (hahaha fa ridere la frase) ma la sua teoria a parer mio, fila... Ovviamente proverò per credere, voglio provare, vorrei solo avere un dibattito logico su questa tecnica.
Riguardo, lo stringere le chiappe, per te potrebbe essere scontato, come per sono scontate cose di cui tu sei perfettamente principiante, ovvio, vorrei vedere quanti di questo forum remino in maniera impeccabile... Io surfo con amici, dire surfo è esagerato, mi diverto con loro nelle onde và, e nessuno mi sembra avere quest'impostazione corretta...[/quote]
Vorrei spezzare una lancia a favore di Minue.
La tavola in questione la vidi durante il parto, dico parto perché il povero Minue soffriva come una novella partoriennte, il primiparo, si impegnava e sudava documentandosi e rompendo le palle a tutti, sue parole, attanagliato da dubbi amletici, ma alla fine la partorì. Io l'ho vista prima della lucidatura e rimasi favorevolmente colpito.
Il giovane si farà perché ha perseveranza, mano e passione.[/quote]

Ritornando su questo discorso Fiore, anche se avessi usato un 8' fatta da shaper più bravi, l'ingavonata non sarebbe cambiata, perchè o non partivo proprio, o comunque il low rocker non avrebbe permesso alla mia poca abilità di fare il take off ed entrare velocemente in parete...
per portare l'esempio lampante, lo stesso giorno, il mio amico stava usando un 9'6 di Teto, Shaper ventennale se non di più, può piacere o meno il suo prodotto, fatto sta che le tavole le sa fare comunque, tavola classica, low rocker rail pieni, tavola da onda morbida, stesso identico problema... è il surfista che fa la differenza su quel tipo di onda... Infatti qui riallaccio il discorso di Spartaco, che ogni individuo deve avere la sua tavola, per questo esistono gli shaper, e quelli bravi sanno di cosa hai bisogno, neache tu lo sai, ma loro si... Spartaco non è shaper credo, ma sa progettare la tua tavola, sempre da quel che dice ovviamente, ed alla fine chi lo ha fatto ne è rimasto entusiasta a tal punto da non separarsi più da quella tavola, e se i tuoi amici che hanno provato sono rimasti pippe, ma pippe felici, è solo perchè non gli interessa di andare oltre, purtroppo ognuno di noi ha il suo limite o tutti saremmo Fioravanti solo avendo il suo stesso coach. semplice...


Riguardo Giampi, può confermare che ho rotto le balle anche a lui su come fare i rail, perchè lo ritengo una persona esperta in fattore di tavole, ed anche il suo parere mi interessava molto, infatti gli ho fatto visionare per foto 3 tipi di rail che avevo disegnato per la 8, chiedendogli consiglio su quale potesse essere il più adatto, ovviamente neanche aveva visto il progetto quindi era un pò una risposta alla cieca, intuitiva, io alla fine ho optato per il rail tirato, che mi penalizza molto sulla remata purtroppo...

(Ot: Giampi appena ci vedremo in spiaggia te la faccio provare la tavola, ad Ale è una vita che glielo dico ahhaha, sono molto curioso del vostro parere)
Minue
 
Messaggi: 133
Iscritto il: mar ago 22, 2017 2:12 pm

Re: SPARTACO

Messaggioda Surftauro » dom feb 07, 2021 8:38 am

Hola minue, quello che intendevo dire è, a meno che quando sei inarcato sulla tavola sei poggiato solo sul pistolino e tutto il resto inarcato ma non credo altrimenti bisogna essere dei cobra, se ruoti il Busto fino a usare i muscoli del bacino come molla per la bracciata la tavola ti viene dietro inclinandosi a dx e sx, è vero che da una forza enormemente maggiore infatti riportando tutto alla boxe nel gancio il gomito sta praticamente fermo e il colpo viene dato al 70 per cento dalla rotazione del Busto e il resto spalla ma non c'è una tavola che ti viene dietro. Io vedendo i video dei grandi surfisti vedo testa e Busto fermo e un gran lavoro di dorsali petto e spalle, però vorrei capire, sicuramente mi sfugge qualcosa che non vedo
Surftauro
 
Messaggi: 344
Iscritto il: mar mag 12, 2020 12:44 am

Re: SPARTACO

Messaggioda GIAMPI » dom feb 07, 2021 12:59 pm

Forse esiste un'esempio filmato fra i tutorial che Minue ha visionato, se così fosse lo prego di postarlo, almeno capiamo tutti meglio.
Personalmente l'immagine che vedo nella mia mente, mi ricorda alcuni longborders, non molto esperti nella remata che nell'azione mi rammentano un po' i leoni marini quando incedono sulla terra, tanto impegno muscolare e pochi risultati.
La prossima volta che manda buono come martedì, ti chiamo così usciamo insieme e provo la "Creatura".
Ale è sotto esami invernali, ma spero che possa, così si rilassa un po'.
GIAMPI
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: SPARTACO

Messaggioda mako » dom feb 07, 2021 5:22 pm

Parlo di tavoletta,la remata per me non è così, non ho esperienza di 8, per me tavole incomprensibili, ma con la short io Remo con il busto fermo e muovo il gomito più che la spalla, forse giusto le ultime due e sono indietro le allungo per andare a prendere la pendenza, ma se sono in posizione, tre remate secche di gomito, petto sula tavola per fare pressione e spinta, poi cambio pressione dal petto alle mani sulla tavola schiena inarcata con le ginocchia che tengono il tail e poi trappola che si chiude e piedi su, anzi credo che se usi troppa rotazione della spalla ti fai male e usi muscoli meno forti dei dorsali per dare spinta, in quel momento cerchi forza non ampiezza o rotazione, credo nemmeno la profondità sia così centrale quanto i muscoli che stai usando per forzare il movimento, io la vedo così e comunque mi piace un sacco il confronto
mako
 
Messaggi: 105
Iscritto il: mer gen 13, 2021 3:16 pm

Re: SPARTACO

Messaggioda mustang58 » dom feb 07, 2021 7:53 pm

ho visto pure io i video. Certo l'attitudine che ha non ne fa un pedagogo del surf di primo livello ma non si può negare che il surf lo abbia fatto. Dice molte cose giuste riguardo la cultura del surf in Italia perchè le ho sentite anche da altri. Comunque sia tutte cose che è inutile ribadire perchè i rimpianti non servono. Questi siamo noi Italiani e con questo si deve andare avanti non escludendo che con la grande diffusione dello sport non è detto che anche qui un giorno ci sarà la famosa cultura che sarà certamente diversa. Anche io sarei curioso di approfondire ma farei più una lezione privata che ho saputo che fa. Spartaco è giusto criticarlo ma è solo qualcuno che fa la sua parte e cerca di racimolare qualcosa pe' campa' . non credo che si farebbero dei miglioramenti miracolosi perchè il surf si impara solo buttando il sangue in acqua tutti i giorni e qui in Italia non ce lo possiamo permettere perchè viviamo in un lago.
mustang58
 
Messaggi: 122
Iscritto il: gio dic 27, 2018 7:27 pm

Re: SPARTACO

Messaggioda 312T4 » lun feb 08, 2021 6:22 am

Disclaimer: il mio intervento e' inutile.

Non ho letto o visto i video in questione, ma da quanto scritto in apertura, a me la connessione tra remata e quel che fai sull'onda mi suona moolto stiracchiata.
Personalmente le considero tutte pippe mentali.
Quando impari a prendele impari a prenderle.

E' anche normale pero' che un istruttore tenti di farti capire alcune cose, e cerchi anche qualcosa di nuovo o di diverso per guadagnarsi da vivere.

Anni fa, quando avevo problemi, mi consigliavano di prenderle in diagonale. Non ci sono mai riuscito perche' avevo problemi. Ora che il mio cervello ha imparato, se voglio parto in diagonale. E' solo questione di pratica. Ragionarci non serve a molto se il cervello non ha l'equilibrio per fare le cose che servono.

Fine dell'intervento inutile.
312T4
 
Messaggi: 175
Iscritto il: gio ott 27, 2016 7:30 am

Re: SPARTACO

Messaggioda Minue » mar feb 09, 2021 1:28 am

Giampi, purtroppo nei suoi video, non mostra video esplicativi, ma spiega a voce e con disegni sulla lavagna, praticamente, con questi video diciamo di apertura alle lezioni vere e proprie, cerca di invogliare a comprare il pacchetto che offre lui...

Riguardo le tecniche sinceramente non le so, non so come debba essere applicata ogni sottotecnica nella realtà, lui si limita a spiegare, ma credo che il resto lo riservi per chi compra le lezioni...

mentre, per le altre risposte, forse c'è stato secondo me un fuorviamento fra imparare a remare e imparare a surfare...
Fermi un secondo, lui non dice, imparate a remare e saprete surfare... Assolutamente, ma dice parlando ai beginner, voi siete pippe, questo è ovvio, e rimarrete pippe per molto tempo, perchè non sapete remare, quindi da pippe prenderete molte poche onde, e di fatto farete pochissimi takeoff a session, e quelli che farete è perchè l'onda vi arriva proprio nel punto dove siete voi e vi prende, quindi io vi insegno la vera tecnica di remata, che vi farà prendere tute le onde, unita a quella, vi insegnerò i 15 punti di intercettazione, (che non so quali siano) in modo che potrete decuplicare i takeoff, ossia ogni onda è un takeoff, ogni takeoff sono secondi spesi sopra la tavola, e più secondi passo sopra la tavola sull'onda e più imparo a gestire la tavola e a capirla...

dopo di cio, devi imparare a fare il roller coaster, ossia andare sul lip e riscendere per poi risalire sul lip e così via, per generare la vera velocità, perchè se tagli l'onda ed hai, chiamiamolo tubo, sempre appena dietro a te, significa in realtà che tu sei fermo, ed è l'onda che sta avanzando, ma tu rispetto all'onda sei fermo... quindi non potrai mai fare una manovra decente e chiuderla, non hai velocità...

una volta imparato il roller coaster, allora puoi imparare il cut back che si divide il top turn e bottom turn e reentry, queste tre manovre compongono la base che è il cut back... e di nuovo roller coaster per riprendere la sezione verso il picco...

ma se non sai remare, ci metti anni ed anni a procedere verso queste cose, mentre lui ti dice, io in 30 session ti do la chiave della remata, acquisita quella, procediamo con il resto che sarà molto più veloce, perchè ormai le onde le prendi tutte e non ti sfuggono più....

Mà... Ovviamente c'è un Mà... devi avere la tavola adatta, disegnata su misura per te che risponda ad ogni tuo minimo movimento, ossia, faccio il takeoff, guardo il lip, e la tavola da sola mi va in parete...

grosso modo è il succo della sua teoria (che a quanto pare chi l'ha provata ne è rimasto soddisfatto) ad esempio leggevo sul vecchio 3d di Pacianka, che chiedeva info a Spartaco riguardo il suo corso, parliamo del 2016 mi pare, basta rivedere i vecchi 3d, poi sul 3d postato da Fiore più sopra, proprio Pacianka prende le difese di Spartaco, spiegando che lui non solo ha fatto il primo corso, ma poi ha fatto anche il secondo che era quello avanzato, sborsando bei soldoni a quanto pare, e lui stesso dice: se non valeva la pena, non avrei mai fatto il secondo corso, e sono stato felice di spendere i soldi... in sostanza...

facendo il quadro generale, la mia curiosità, da beginner, si è accesa ancor di più, ora vorrei imparare la remata come dice lui, poi solo dopo penso al resto, ossia ad entrare bene in parete e generare velocità...
Minue
 
Messaggi: 133
Iscritto il: mar ago 22, 2017 2:12 pm

Re: SPARTACO

Messaggioda Minue » mar feb 09, 2021 1:31 am

mako ha scritto:Parlo di tavoletta,la remata per me non è così, non ho esperienza di 8, per me tavole incomprensibili, ma con la short io Remo con il busto fermo e muovo il gomito più che la spalla, forse giusto le ultime due e sono indietro le allungo per andare a prendere la pendenza, ma se sono in posizione, tre remate secche di gomito, petto sula tavola per fare pressione e spinta, poi cambio pressione dal petto alle mani sulla tavola schiena inarcata con le ginocchia che tengono il tail e poi trappola che si chiude e piedi su, anzi credo che se usi troppa rotazione della spalla ti fai male e usi muscoli meno forti dei dorsali per dare spinta, in quel momento cerchi forza non ampiezza o rotazione, credo nemmeno la profondità sia così centrale quanto i muscoli che stai usando per forzare il movimento, io la vedo così e comunque mi piace un sacco il confronto


mako questo perchè tu gia un'assettoprobabilmente, e non sei beginner, il suo discorso è centrato sul beginner, mentre per gli intermedi dice di imparare a generare velocità, non più di saper fare takeoff, tu magari, i takeoff li prendi tutti per via dell'esperienza, chi li sa fare, a volte nemmeno rema... ha un timing perfetto
Minue
 
Messaggi: 133
Iscritto il: mar ago 22, 2017 2:12 pm

Re: SPARTACO

Messaggioda Minue » mar feb 09, 2021 1:37 am

mustang58 ha scritto:ho visto pure io i video. Certo l'attitudine che ha non ne fa un pedagogo del surf di primo livello ma non si può negare che il surf lo abbia fatto. Dice molte cose giuste riguardo la cultura del surf in Italia perchè le ho sentite anche da altri. Comunque sia tutte cose che è inutile ribadire perchè i rimpianti non servono. Questi siamo noi Italiani e con questo si deve andare avanti non escludendo che con la grande diffusione dello sport non è detto che anche qui un giorno ci sarà la famosa cultura che sarà certamente diversa. Anche io sarei curioso di approfondire ma farei più una lezione privata che ho saputo che fa. Spartaco è giusto criticarlo ma è solo qualcuno che fa la sua parte e cerca di racimolare qualcosa pe' campa' . non credo che si farebbero dei miglioramenti miracolosi perchè il surf si impara solo buttando il sangue in acqua tutti i giorni e qui in Italia non ce lo possiamo permettere perchè viviamo in un lago.


Mustang, io ti dico la verità, dai suoi video credo di aver capito che per lui il surf è qualcosa di più, sente come se qui in iyalia non si sia proprio capito lo spirito, ed è come se questo lui lo voglia cambiare, proprio con i suoi insegnamenti, il suo metodo, il cercare di spiegare che se sei beginner cosa vai a fare su uno spot affollato dove nemmeno è alla tua portata, staresti solamente a fare la boa e rischiare di fare e farti male... io lo rispetto molto il suo insegnamento e spero che riesca ad infondere quello che dice, anche perchè qui in italia ha voce in capitolo come veterano...
Minue
 
Messaggi: 133
Iscritto il: mar ago 22, 2017 2:12 pm

Re: SPARTACO

Messaggioda mako » mar feb 09, 2021 10:31 am

Minue hai ragione, e anzi cheido scusa perchè ho sparato un po di cazzate, a mia discolpa era lontano dall'acqua da quttro mesi, ultima uscita fine ottobre, la dopamina aveva abbandonato il mio cervello da ormai troppo tempo... finalmente ieri in acqua (onde minuscole ma pulite da paura in scaduta di scirocco anche se aveva pompato poco per avere misura però belle belle e in un picco dove eravamo io e un amico) e stando li mi sono messo a far caso alle braccia, in effetti ormai i take off su certe onde li piglio tutti, non è più un problema, ora sono ai piedi sulla tavola e al movimento della parte sopra del corpo e devo dire che dopo quattro mesi pensavo peggio (bella fleur lo sk8 ha aiutato anche se il cemento della bowl è schifosamente duro, soprattutto a 47 anni), è come la bici, una volta che il flow ti entra dentro ce l'hai, poi dipende dove e come lo esprimi ma c'è, scusate la piccola digressione anche a me piace scrivere e perdermi in cazzate....

le braccia, allora, io allungo quando sono in movimento, cioà quando certo il punto o quando ritorno in line up o quando mi sposto, allora li si è simile al nuoto a stile libero anche se la rotazione avviene sul lato e non sopra, mentre quando sono in remata per pigliare sto con il busto più fermo possibile e non ti dico che le braccia girino sui gomiti solo di avambraccio ma quasi

su Spartaco non lo conosco ma se posso permettermi un consiglio che vale per tutti quelli che fanno il suo mestiere o simili stare qui sopra e spiegarsi da solo, sarebbe interessante e credo che porterebbe anche a lui più clienti, inoltre non parleremmo per interposta creado pariti e fazioni

sugli spot affollati non alla portata un consiglio per tutti, da uno che non capisce una cippa quindi prendetelo conle pinze, ovviamente non lavorano sempre uguale, tutti gli spot vanno a scemare (specialente in italia) basta far sfogare i bravi e le onde belle, aspettare ed entrare in acqua con condizioni abbordablii in quello spot dove ormai tutti sfondati e divertiti non fanno caso non pigliano onde o sono super in buona e lasciano, così impari lo spot e come lavora, chiedi ai buoni come sfruttarlo al meglio, insomma ci prendi confidenza
mako
 
Messaggi: 105
Iscritto il: mer gen 13, 2021 3:16 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Tecnica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite