consigli take off short

Info tecniche, consigli, principianti, esperti, trim, tricks, surfboards ...insomma pillole di saggezza per migliorare il tuo surf.

consigli take off short

Messaggioda alino » mer nov 01, 2017 3:45 pm

Ciao ragazzi

finalmente riesco a salire e a prendere diverse onde in piedi, vorrei pian piano avvicinarmi e imparare a bene a partire dal picco e farmi la parete, utilizzo una short da 6ft e mi trovo abbastanza bene, spesso però rispetto al mini Malibu che utilizzavo prima è ovviamente più complicato riuscire a capire il momento giusto per alzarsi... del tipo delle volte comincio a remare, arriva l'onda, sento la spinta abb forte, parto e però faccio poca strada poiché chiude subito... altre volte invece l'onda è poco più lontana dal punto in cui frange, comincio a remare e la tavola comincia a planare in manierà più stabile e lineare, mi chiedevo se questa lieve planata con onda non franta in prossimità del picco è il momento giusto per alzarsi e riuscire scendere l'onda o se è inutile....e devo aspettare quell'effetto stile un'po catapulta per poter partire, insomma spero che qualcuno di voi abbia capito per chiarire questo aspetto. :banghead:

thx e grazie in anticipo!
Avatar utente
alino
 
Messaggi: 20
Iscritto il: dom giu 05, 2016 1:37 pm

Re: consigli take off short

Messaggioda Fleur » gio nov 02, 2017 11:57 am

come una catapugna!
Fleur
 
Messaggi: 5479
Iscritto il: lun ott 18, 2004 12:00 pm

Re: consigli take off short

Messaggioda gab80 » mar nov 07, 2017 6:07 pm

Ciao alino, anch’io come te non è da molto che da un minimal sono passato ad una short, quindi quello che ti posso dire è ovviamente il pensiero di chi non è un esperto o che possiede grossa sensibilità. La differenza sostanziale che ho trovato nell’affrontare il takeoff è sul posizionamento rispetto al punto di frangimento dell’onda: col minimal ti puoi posizionare più al largo, senti subito la spinta che non è particolarmente violenta e quando ti sollevi l’onda ancora non è franta e la parete non particolarmente ripida; con la short invece ti devi posizionare più vicino al picco, con l’onda un po’ più ripida e la spinta che la senti arrivare più violenta..il movimento però deve essere più rapido anche perché quando ti sollevi l’onda sta per frangere e se è un’onda con parete poco ripida, anche se sei un po’ in ritardo col takeoff, grossi problemi non ne hai neanche se frange, se invece ha la parete ripida, allora se sei in ritardo o ti trovi il botolone sotto o ti rigira tipo frittata o rimani in piedi ma fai poca strada. Insomma io cerco di concentrarmi molto sulla lettura dell’onda e sul timing in relazione alle onde che trovo: a seconda della forma, della spinta che hanno e di quanto mi reggono le spalle mi posiziono più o meno vicino al frangente.
Spero di non averti detto cavolate, se ho sbagliato qualcosa rimango in attesa di consigli :)
gab80
 
Messaggi: 49
Iscritto il: gio ago 31, 2017 11:57 am
Località: Roma

Re: consigli take off short

Messaggioda alino » sab nov 11, 2017 8:53 pm

gab80 ha scritto:Ciao alino, anch’io come te non è da molto che da un minimal sono passato ad una short, quindi quello che ti posso dire è ovviamente il pensiero di chi non è un esperto o che possiede grossa sensibilità. La differenza sostanziale che ho trovato nell’affrontare il takeoff è sul posizionamento rispetto al punto di frangimento dell’onda: col minimal ti puoi posizionare più al largo, senti subito la spinta che non è particolarmente violenta e quando ti sollevi l’onda ancora non è franta e la parete non particolarmente ripida; con la short invece ti devi posizionare più vicino al picco, con l’onda un po’ più ripida e la spinta che la senti arrivare più violenta..il movimento però deve essere più rapido anche perché quando ti sollevi l’onda sta per frangere e se è un’onda con parete poco ripida, anche se sei un po’ in ritardo col takeoff, grossi problemi non ne hai neanche se frange, se invece ha la parete ripida, allora se sei in ritardo o ti trovi il botolone sotto o ti rigira tipo frittata o rimani in piedi ma fai poca strada. Insomma io cerco di concentrarmi molto sulla lettura dell’onda e sul timing in relazione alle onde che trovo: a seconda della forma, della spinta che hanno e di quanto mi reggono le spalle mi posiziono più o meno vicino al frangente.
Spero di non averti detto cavolate, se ho sbagliato qualcosa rimango in attesa di consigli :)


ciao gab, mi trovo d'accorto con te nella maggior parte dei punti, e cmq è sempre utile scambiarsi pareri per limare difetti etc... invece per quanto riguarda la remata come vi comportate? ho notato in alcuni casi che se comincio a remare troppo in anticipo l'effetto risucchio annulla un'po la spinta... quindi deduco che anche su questo aspetto debba migliorare e aspettare che l'onda sia più vicina giusto? anche qui le differenze con il Malibu si notano poiché remando molto in anticipo partivo ugualmente.
Avatar utente
alino
 
Messaggi: 20
Iscritto il: dom giu 05, 2016 1:37 pm

Re: consigli take off short

Messaggioda captainkook » mar nov 14, 2017 6:12 am

La mia esperienza e' simile, sono passato dal minimal bic alla short da circa 8-9 mesi. La differenza e' tanta, altro che:

- precisione nella posizione sul picco
- forza necessaria
- agilita' e velocita' nei movimenti

Tutte le caratteristiche citate devono migliorare e nessuna puo' mancare o deficere, pena l'incapacita' di surfare.
Se ti metti male sul picco, ad esempio troppo fuori, devi essere piu forte e padolare di piu', se sei sul picco e padoli forte, non ti puo' mancare l'agilita' e la velocita' nel metterti in piedi, pena i ruzzoloni imbarazzanti, e cosi via.
La delusione, la frustrazione, la consapevolezza, in molti casi erronea perche' ci si abitua a tutto, di aver comprato la tavola sbagliata ti farannno compagnia per mesi, specie se non puoi surfare con costanza. Non mollare ma non fuggire nemmeno da brevi ritorni al minimal, scoprirai di essere migliorato di molto sulla vecchia tavola, tutto ti sembrera' piu' facile e non ti passera' la voglia di surfare. Cerca di entrare quando il mare e' piccolo rispetto al tuo standard, si e' vero che con la short si va meglio con un minimo di misura, ma siccome non sei bravo, quando e' piccolo puoi concentrarti e migliorare i movimenti. Fallo fino a che non saranno tuoi: non guardare la punta della tavola ma dove vuoi andare sull onda, non afferrare i rail ma poggia le mani sul deck, tieni le gambe unite, alza bene la schiena, evita tutti gli errori dei principianti e allenati a fare quello. E' l'unico modo per fare senza pensare di fare, quando sarai su un onda piu' decente. Ho passato tutto questo nel mio percorso, sto ancora imparando e sono una bella zappa sulla short, e tieni a mente che ho la fortuna di avere onde ogni santo giorno a 500 metri da casa... poi un giorno ti svegli e ti ritrovi a pompare su e giu su una bella onda senza nemmeno pensarci.
In bocca al lupo.
Here for the fucks, because usually zero are given.
captainkook
 
Messaggi: 392
Iscritto il: mer apr 01, 2015 6:04 am

Re: consigli take off short

Messaggioda Fleur » mer nov 15, 2017 11:34 am

captainkook ha scritto:La mia esperienza e' simile, sono passato dal minimal bic alla short da circa 8-9 mesi. La differenza e' tanta, altro che:

- precisione nella posizione sul picco
- forza necessaria
- agilita' e velocita' nei movimenti

Tutte le caratteristiche citate devono migliorare e nessuna puo' mancare o deficere, pena l'incapacita' di surfare.
Se ti metti male sul picco, ad esempio troppo fuori, devi essere piu forte e padolare di piu', se sei sul picco e padoli forte, non ti puo' mancare l'agilita' e la velocita' nel metterti in piedi, pena i ruzzoloni imbarazzanti, e cosi via.
La delusione, la frustrazione, la consapevolezza, in molti casi erronea perche' ci si abitua a tutto, di aver comprato la tavola sbagliata ti farannno compagnia per mesi, specie se non puoi surfare con costanza. Non mollare ma non fuggire nemmeno da brevi ritorni al minimal, scoprirai di essere migliorato di molto sulla vecchia tavola, tutto ti sembrera' piu' facile e non ti passera' la voglia di surfare. Cerca di entrare quando il mare e' piccolo rispetto al tuo standard, si e' vero che con la short si va meglio con un minimo di misura, ma siccome non sei bravo, quando e' piccolo puoi concentrarti e migliorare i movimenti. Fallo fino a che non saranno tuoi: non guardare la punta della tavola ma dove vuoi andare sull onda, non afferrare i rail ma poggia le mani sul deck, tieni le gambe unite, alza bene la schiena, evita tutti gli errori dei principianti e allenati a fare quello. E' l'unico modo per fare senza pensare di fare, quando sarai su un onda piu' decente. Ho passato tutto questo nel mio percorso, sto ancora imparando e sono una bella zappa sulla short, e tieni a mente che ho la fortuna di avere onde ogni santo giorno a 500 metri da casa... poi un giorno ti svegli e ti ritrovi a pompare su e giu su una bella onda senza nemmeno pensarci.
In bocca al lupo.

ottimo intervento, soprattutto quando dici "che ci si abitua a tutto", bravo Captain.
Fleur
 
Messaggi: 5479
Iscritto il: lun ott 18, 2004 12:00 pm

Re: consigli take off short

Messaggioda captainkook » mer nov 15, 2017 2:43 pm

Ricevere un endorsement da te fa' piacere, specie in area tecnica, visto che di consigli ne posso dare pochi.
Quello dell'abituarsi pero' lo sento mio. I primi mesi sui morbidoni affitati, poi decido e compro la bic 7.3. La prima volta in acqua il nose affondava sempre, anche mentre padolavo. Mio dio cosa ho fatto? Peso troppo? cosa ho comprato? Poi passa il tempo e la senti tua, il nose non affonda piu', anzi inizi ad essere giusto, sia nel passaggio dal seduto a sdraiato, niente piu' aggiustamenti e sia quando ti tiri su in piedi in partenza. Inizi a pensare:"ma guarda, e' davvero la mia tavola". Oggi, se mi chiedessero da quale board non mi separerei mai, fara' anche ridere, ma direi lei, fosse solo per le lezioni imparate. La uso ancora, la carico in macchina e via, la surfo facile e a dirla tutta, per quello che ci faccio, fa il suo porco lavoro.
Passa un anno e decido che il tempo stringe, a quasi 40 anni o spingo e provo sta benedetta short o saluti e baci. Cerco, leggo, penso di essere informato oramai, con tutto il tempo che passo su surfcorner.it. Alla fine mi ritrovo un po per marketing, un po per prezzo e un po perche davvero mi piaceva tanto, con la DHD black diamond 6.1 sotto al braccio. Prima volta in acqua, peggio che con la bic. Madonna affonda pure questa e si che di litri in fondo ne ha, le ginocchia dove le poggio, ah gia' qui non c'e' molto spazio, la prima volta sono uscito dall acqua dopo 40 minuti, schiena a pezzi, braccia morte. Ho surfato la schiuma prima di uscire, per salvare l'onore' offeso visto che le onde vere non riuscivo nemmeno a padolarle. Ora dopo 8 mesi, non saro' Fanning ma le mie ondine le prendo.
Ultimo capitolo, lo scassone verde long trovato nell'immondizia, forse lo ricordi. Un mese e mezzo fa la porto al mare per la prima volta che l'amica vuole imparare a surfare. Ovvio che l'ho provata anche io,anzi spavaldo: ti faccio vedere come si fa: prima onda mi ribalto come un niubbo. Mi ha guardato sconsolata. L'amica.
La tavola? Ora se e' piccolo la tiro fuori e mi diverto un mondo. Vola.

Tutto sto pippone, perche' ho capito che al mio livello, e' inutile e forse dannoso cercare la tavola perfetta. Va bene evitare gli estremi, ma l'opportunita' didattica dell adattamento alla nuova tavola vale molto in questa fase. E' know how che resta e che ti porti appresso. Credo. Magari un giorno, a forza di farlo, saro' in grado di capire una tavola mentre ci padolo la prima volta. A quel punto, avra' senso la ricerca della mia tavola perfetta.
Mi sono dilungato, ma va bene cosi.

Ciao
Here for the fucks, because usually zero are given.
captainkook
 
Messaggi: 392
Iscritto il: mer apr 01, 2015 6:04 am

Re: consigli take off short

Messaggioda Fleur » mer nov 15, 2017 5:17 pm

captainkook ha scritto:Credo. Magari un giorno, a forza di farlo, saro' in grado di capire una tavola mentre ci padolo la prima volta. A quel punto, avra' senso la ricerca della mia tavola perfetta.

quello purtroppo capita raramente un po' a tutti.
Fleur
 
Messaggi: 5479
Iscritto il: lun ott 18, 2004 12:00 pm

Re: consigli take off short

Messaggioda GIAMPI » mer nov 15, 2017 5:34 pm

Il bello sarebbe capirlo anche a guardarla, confesso che nel mio ultimo acquisto e nonostante le dimensioni qualche dubbio che mi assillava l'avevo, ma poi Capità...hai 20 anni meno di me, sei nel pieno delle forze, continua così che vai alla grande e prossimi anni te lo dimostreranno.
GIAMPI
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: consigli take off short

Messaggioda Sensei » gio nov 16, 2017 3:11 pm

captainkook ha scritto: ho capito che al mio livello, e' inutile e forse dannoso cercare la tavola perfetta.


perfettamente d'accordo...e aggiungo che secondo me non esiste la tavola perfetta...saró banale pero il bello é proprio provare tavole diverse di diverse dimensioni in diverse condizioni e soprattutto dopo diverso tempo.

Un paio di mesi fa, durante un viaggio di lavoro in Portogallo, ho ripreso dopo circa 2 anni le mie "storiche" 2 tavole (gelosamente custodite da un amico)...loro erano li piú o meno uguali invece io avevo altri 2 anni di surf sul groppone e il risultato é stato incredibile...mi sembravano quasi sconosciute e a fine surfata ho pensato "cazzo come vanno! Certo che ero proprio un fagiano 2 anni fa..."
Forse un pro o chi fa surf da 20-30 anni potrebbe non avere piú questa sensazione, ma per chi come me é ancora all'inizio del viaggio, riprendere in mano le "vecchie" tavole ti regala una consapevolezza sul tuo surf completamente nuova.
Sensei
 
Messaggi: 511
Iscritto il: mar lug 31, 2012 5:54 pm

Re: consigli take off short

Messaggioda surfproject » mar nov 28, 2017 12:03 am

Per gestire al meglio il take off, devi imparare a prendere una posizione fissa sulla tavola (sulle tavole più corte non vale, ma sulla 6'0 o misure simili si), distendi le braccia, tienile leggermente piegate (non drittissime) e afferra la punta con la mano: questa è circa la posizione. Se la tavola ha un logo centrale dovrebbe trovarsi circa sotto il tuo sguardo.

Solleva più che puoi il busto dalla tavola, inarcando la schiena il più possibile. Allenati a trovare la posizione in cui la tavola sta a pelo d'acqua, e dove variando l'inclinazione del busto puoi inclinarla maggiormente.
E' appunto variando questa inclinazione che vieni raccolto in modo corretto dall'onda. Se stai troppo indietro l'onda ti supera, quindi cerca piuttosto di stare in avanti, a costo di impuntarti con la punta, finchè non capisci qual'è l'inclinazione massima per non impuntarsi.
Non solo questo, passando da una tavola più lunga ad una più corta, la remata deve diventare più incisiva: poche bracciate, profonde e veloci. Secondo alcune scuole di pensiero battere i piedi aiuta, secondo altre no.. Io batto sempre un minimo i piedi durante la fase iniziale di remata per poi concentrarmi sulla remata smettendo di batterli e quindi salto in piedi, non so se quell'iniziale rapida piccola battuta aiuti realmente o meno, ma il mio take off è quello da ormai 10 anni.
Immagine
Avatar utente
surfproject
 
Messaggi: 188
Iscritto il: gio giu 28, 2012 10:57 pm

Re: consigli take off short

Messaggioda tox82 » mar nov 28, 2017 11:28 am

In qualche video su youtube spiegavano che battere i piedi aiuta più che altro a sollevare la coda della tavola, posizionando cioè la tavola in modo più orizzontale. Non aggiunge forza propulsiva (non in modo significativo, perlomeno), ma rende più incisivo il movimento delle braccia.
Immagine
tox82
 
Messaggi: 227
Iscritto il: ven gen 08, 2016 1:08 pm


Torna a Tecnica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti