channels a desta e a manca

Vita da shaper: tutto ciò che riguarda costruzione, riparazione, design, materiali ecc..

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda Katia-Daniels » ven dic 01, 2017 10:52 pm

GIAMPI ha scritto:
Boo! Ti dovessi dire da come ne parli mi sa che ne sai più tu, non ho mai avuto così voglia di approfondire un argomento così tecnico, le tavole corte che ho sono super classiche per cui nada!


Grazie Giampi e scusa. Ma sai che c'ho pensato solo dopo che questa era più una domanda per shorters, e tu da longboarder avrai storto il naso! Eh eh eh!
Guardando immagini mi sembrava di vedere 'sti channels più su flat. Su concave sarebbe un'ulteriore riduzione di materiale ma mi sembra che ci siano. E su convex non mi è capitato di vederle, ma probabilmente ci saranno.
Sicuramente lavoreranno in tre differenti modi a seconda del bottom su cui vengono praticate.
Semplice curiosità!
Scusate se le mie domande so' strane.....
Tra l'altro, Giampi, prima o poi ti chiederò del Tucked Under Edge. Spero non sia solo un accorgimento per short, così, se ti andrà, potrai rispondermi esaurientemente!
Besos!
Katia-Daniels
 
Messaggi: 220
Iscritto il: ven giu 03, 2016 10:09 pm

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda Katia-Daniels » ven dic 01, 2017 11:04 pm

Ok, visto che vi ho scocciato abbondantemente, ora vi lascio con questo, se può interessare.
A proposito dell'effetto Venturi di cui parlavate, mi ricordavo anche io di averlo incontrato leggendo del bonzer. Dopo una faticata ho ritrovato un'intervista a Malcolm Campbell riguardo al design della loro tavola. Riporto un piccolissimo estratto. Non è che analizza il fenomeno fisico nella sua complessità, (per quello urge il libro di fisica e basta), ma, 'dal punto di vista surfistico', queste son le sue parole al riguardo:

"
-SURFING: I've heard the bottom called a "Venturi Principle?" Is that accurate?
-MALCOLM CAMPBELL: Well, it's basically like that, but not exactly. What the Venturi Principle is is that water or a gas goes through a wide to a narrow area and back into a wider area, it gains speed because it's compressed. Like water through a hose: it's compressed as it goes through the nozzle and comes out at a higher rate than when it went in. That's basically the Venturi Principle, but technically, since you can't compress water, it's not exactly the Venturi Principle. But that's the idea. We don't like to talk about that that too much because it became kinda of a buzzword. And to be honest, I get a bit impatient with a lot of the pseudo-scientific psycho-babble that goes on in surfboard building.
Surfboards are so funny. They're different than other types of designs because there are so many variables in terms of what surfboards do. They don't go in a straight line. They don't have a constant external power source. You have all the lateral movement of water underneath. So, we tend to keep to basics. But basically, what I would say in lieu of the Venturi Principle is that the Bonzer bottom and fin system seeks to organize the water that's flowing underneath that board and utilize the energy that comes from that more efficiently."


Bye! :)
Katia-Daniels
 
Messaggi: 220
Iscritto il: ven giu 03, 2016 10:09 pm

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda Fleur » ven dic 01, 2017 11:13 pm

Katia-Daniels ha scritto:Ok, visto che vi ho scocciato abbondantemente, ora vi lascio con questo, se può interessare.
A proposito dell'effetto Venturi di cui parlavate, mi ricordavo anche io di averlo incontrato leggendo del bonzer. Dopo una faticata ho ritrovato un'intervista a Malcolm Campbell riguardo al design della loro tavola. Riporto un piccolissimo estratto. Non è che analizza il fenomeno fisico nella sua complessità, (per quello urge il libro di fisica e basta), ma, 'dal punto di vista surfistico', queste son le sue parole al riguardo:

"
-SURFING: I've heard the bottom called a "Venturi Principle?" Is that accurate?
-MALCOLM CAMPBELL: Well, it's basically like that, but not exactly. What the Venturi Principle is is that water or a gas goes through a wide to a narrow area and back into a wider area, it gains speed because it's compressed. Like water through a hose: it's compressed as it goes through the nozzle and comes out at a higher rate than when it went in. That's basically the Venturi Principle, but technically, since you can't compress water, it's not exactly the Venturi Principle. But that's the idea. We don't like to talk about that that too much because it became kinda of a buzzword. And to be honest, I get a bit impatient with a lot of the pseudo-scientific psycho-babble that goes on in surfboard building.
Surfboards are so funny. They're different than other types of designs because there are so many variables in terms of what surfboards do. They don't go in a straight line. They don't have a constant external power source. You have all the lateral movement of water underneath. So, we tend to keep to basics. But basically, what I would say in lieu of the Venturi Principle is that the Bonzer bottom and fin system seeks to organize the water that's flowing underneath that board and utilize the energy that comes from that more efficiently."


Bye! :)

Brava Katia! Se non c eri ti avrei inventata!
Fleur
 
Messaggi: 5479
Iscritto il: lun ott 18, 2004 12:00 pm

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda GIAMPI » dom dic 03, 2017 8:12 pm

Katia, c'è un ampio scibile di articoli tecnici sul TUE, mi stai facendo portare la materia al debito formativo o a settembre come si diceva ai miei tempi? Birichina!
Comunque è una maniera di modellare il rial che può essere più o meno esteso, l'utilità di ciò è legata alla presa della parete dell'onda ripida e detto in maniera riduttiva. Anche su alcuni tipi di long si modella l'ultimo tratto di rail verso il tail per ottenere piu presa su una parete verticale ma anche più reattivita e stabilita, vedi performer.
GIAMPI
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda Katia-Daniels » lun dic 04, 2017 1:17 am

GIAMPI ha scritto:Katia, c'è un ampio scibile di articoli tecnici sul TUE, mi stai facendo portare la materia al debito formativo o a settembre come si diceva ai miei tempi? Birichina!
Comunque è una maniera di modellare il rial che può essere più o meno esteso, l'utilità di ciò è legata alla presa della parete dell'onda ripida e detto in maniera riduttiva. Anche su alcuni tipi di long si modella l'ultimo tratto di rail verso il tail per ottenere piu presa su una parete verticale ma anche più reattivita e stabilita, vedi performer.


Grazie Giampi, ma non dovevi disturbarti subito a rispondere, intendevo che magari... un giorno.... ti avrei chiesto! Avevo trovato un po' di cose sul Tucked: chi lo ha concepito e chi poi lo ha sviluppato, e alcune sue caratteristiche e vantagggi, ma poi mi sono un po' incartata riguardo a come 'lavora'. Ho letto anche dei Chine rails e non ho capito bene in cosa differiscano. Insomma c'ho un po' di confusione. Leggerò di più al riguardo.
Grazie per la tua spiegazione, e tranquillo: niente settembre, sei già promosso a pieni voti! :)
Comunque, senza farti entrare troppo nel tecnico, i tuoi Long, essendo più 'classici', non presentano questa caratteristica, giusto? Thanks!

p.s. Giampi, ma visto che tu capisci di 'ste cose e hai manualità, perché non provi a shaparti qualcosa?
Oltre alla mancanza di spazio, il dispendio di tempo, di energie e di moneta, cosa ti frenerebbe?
Se no, magari, una volta in pensione... in quel famoso Mexico...... Eh eh eh! :wink:

Sorry per l'O.T.
Katia-Daniels
 
Messaggi: 220
Iscritto il: ven giu 03, 2016 10:09 pm

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda Katia-Daniels » lun dic 04, 2017 1:30 am

Fleur ha scritto:
Katia-Daniels ha scritto:Ok, visto che vi ho scocciato abbondantemente, ora vi lascio con questo, se può interessare.
A proposito dell'effetto Venturi di cui parlavate, mi ricordavo anche io di averlo incontrato leggendo del bonzer. Dopo una faticata ho ritrovato un'intervista a Malcolm Campbell riguardo al design della loro tavola. Riporto un piccolissimo estratto. Non è che analizza il fenomeno fisico nella sua complessità, (per quello urge il libro di fisica e basta), ma, 'dal punto di vista surfistico', queste son le sue parole al riguardo:

"
-SURFING: I've heard the bottom called a "Venturi Principle?" Is that accurate?
-MALCOLM CAMPBELL: Well, it's basically like that, but not exactly. What the Venturi Principle is is that water or a gas goes through a wide to a narrow area and back into a wider area, it gains speed because it's compressed. Like water through a hose: it's compressed as it goes through the nozzle and comes out at a higher rate than when it went in. That's basically the Venturi Principle, but technically, since you can't compress water, it's not exactly the Venturi Principle. But that's the idea. We don't like to talk about that that too much because it became kinda of a buzzword. And to be honest, I get a bit impatient with a lot of the pseudo-scientific psycho-babble that goes on in surfboard building.
Surfboards are so funny. They're different than other types of designs because there are so many variables in terms of what surfboards do. They don't go in a straight line. They don't have a constant external power source. You have all the lateral movement of water underneath. So, we tend to keep to basics. But basically, what I would say in lieu of the Venturi Principle is that the Bonzer bottom and fin system seeks to organize the water that's flowing underneath that board and utilize the energy that comes from that more efficiently."


Bye! :)

Brava Katia! Se non c eri ti avrei inventata!


Ah ah ah, grazie!
Occhio, che magari qualcuno crede che mi hai 'inventata' tu, e poi riparte con la storia del fake. :-D
Scusate ancora per il disturbo, Signori, e grazie per avermi tenuto compagnia mentre ero febbricitante.
Buon Surf a tutti!
Katia-Daniels
 
Messaggi: 220
Iscritto il: ven giu 03, 2016 10:09 pm

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda Fleur » lun dic 04, 2017 11:45 am

[quote="Katia-Daniels"
Ah ah ah, grazie! [/quote]
delle volte la tua conoscenza tecnica "teorica" su termini e concetti mi incuriosisce davvero, perchè ne sai di piu' del 90% dei surfisti "normali" e per certi aspetti anche piu' degli appassionati veri.
Fleur
 
Messaggi: 5479
Iscritto il: lun ott 18, 2004 12:00 pm

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda GIAMPI » lun dic 04, 2017 12:11 pm

Concordo Fiore, è donna dalle mille risorse!

Katia, mi piacerebbe perché ho una discreta manualità, ma odio la polvere che si crea shapando un foam e ancor di più il puzzo della poliestere, una cosa di certo farò, quando mi farò rifare un long da Michele, andrò li ad assistere come una levatrice, questo si, ma una volta sola, armato di maschere anti polvere, ma sopratutto anti gas, questa è una voglia che ho da tanto tempo.
Poi ti pare che sapendoti febbricitante non cercavo di esserti utile se pur lontanamente.
GIAMPI
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda GIAMPI » lun dic 04, 2017 12:30 pm

Dimenticavo, il mio all round ha la parte dei rails verso il tail fatta appunto a spigolo, questo infatti mi consente di azzardare onde piuttosto ripide e di misura, non per niente è la tavola che mi porto in oceano.
GIAMPI
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda Katia-Daniels » mar dic 05, 2017 2:30 am

GIAMPI ha scritto:Katia, mi piacerebbe perché ho una discreta manualità, ma odio la polvere che si crea shapando un foam e ancor di più il puzzo della poliestere, una cosa di certo farò, quando mi farò rifare un long da Michele, andrò li ad assistere come una levatrice, questo si, ma una volta sola, armato di maschere anti polvere, ma sopratutto anti gas, questa è una voglia che ho da tanto tempo.
Poi ti pare che sapendoti febbricitante non cercavo di esserti utile se pur lontanamente.
Dimenticavo, il mio all round ha la parte dei rails verso il tail fatta appunto a spigolo, questo infatti mi consente di azzardare onde piuttosto ripide e di misura, non per niente è la tavola che mi porto in oceano.


Grazie Giampi per tutte le info, hai alleviato la mia convalescenza, eh eh. E già da oggi ho dovuto ricominciare a girare come una trottola.
Giamp, ma davvero il Maestro lascia assistere i clienti mentre dà vita alle sue creaturine??? No,vabbè, allora approfitta, prendi tutte le precauzioni necessarie, ma non perdere l'occasione! Ma stai pensando ad un nuovo Long?
Bye!
Katia-Daniels
 
Messaggi: 220
Iscritto il: ven giu 03, 2016 10:09 pm

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda Katia-Daniels » mar dic 05, 2017 2:48 am

Fleur ha scritto:delle volte la tua conoscenza tecnica "teorica" su termini e concetti mi incuriosisce davvero, perchè ne sai di piu' del 90% dei surfisti "normali" e per certi aspetti anche piu' degli appassionati veri.



WOW! Ma questo è un complimento bellissimo per me. Grazie, il fatto che provenga da te poi triplica il suo valore.
Non credo proprio di saperne più dei surfisti, magaaaari. Forse, i surfisti sono molto presi dalla pratica e hanno poco tempo da dedicare alla teoria, cosa che invece io trovo affascinante da morire.
Credo di essere, in primis, innamorata pazza delle onde, e di conseguenza mi sono innamorata anche del Surf e di tutto ciò che lo riguarda. Cerco di informarmi e mi piace capire. Il bello è che più leggo, più scopro che ci sono cose da apprendere, e più ne voglio sapere. Scusate se ho scocciato anche voi, ma la gente che conosco io, al massimo potrebbe istruirmi sul calcio, uffa! :cry:
Grazie ancora per la tua disponibilità Fleur. :wink:
Katia-Daniels
 
Messaggi: 220
Iscritto il: ven giu 03, 2016 10:09 pm

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda GIAMPI » mar dic 05, 2017 1:11 pm

Guarda guarda se alla fine Katia non si compra un pane e la resina e confeziona una tavola.
Per un ulteriore long attualmente non se ne parla, succederà quando uno dei miei mi abbandonerà.
Anche se ammetto che mi piacerebbe avere un performer di quelli veri.
GIAMPI
 
Messaggi: 2918
Iscritto il: lun dic 28, 2009 12:07 pm
Località: Roma

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda Fleur » mar dic 05, 2017 1:26 pm

GIAMPI ha scritto:Anche se ammetto che mi piacerebbe avere un performer di quelli veri.

eh si per mettertelo in capo!
Fleur
 
Messaggi: 5479
Iscritto il: lun ott 18, 2004 12:00 pm

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda miguelsurf » mar dic 05, 2017 3:30 pm

Sempre più dubbi Katia sulla tua conoscenza "teorica" e sulla tua identità.
La più volte richiesta foto in bikini aiuterebbe a diissiparli :-D
Nel mentre... Da amante delle onde quale ti professi, a oggi ancora nessun tentativo pratico???

Per fleur, Elba, bomb e altri esperti, rinnovato invito a breve spiegazione sui concave :-D
miguelsurf
 
Messaggi: 601
Iscritto il: lun dic 10, 2012 10:10 am

Re: channels a desta e a manca

Messaggioda Fleur » mar dic 05, 2017 5:20 pm

miguelsurf ha scritto:
Per fleur, Elba, bomb e altri esperti, rinnovato invito a breve spiegazione sui concave :-D

il funzionamento dei concaves in tre parole è sempre il medesimo, incanalare il flusso d'acqua sotto la tavola per poi farlo uscire con maggiore velocità Mighelito ed umentare il lift della tavola e anche la presa di spigolo, sempre in 3 parole un single (che poi è quasi sempre un single to vee) butta l'acqua esattamente fuori dal tail aumentandone si la velocità, specialmente in condizioni glassy e di "open face" ma penalizzando un po' la manovrabilità, il double (che poi in generale è un single + double + vee) butta fuori l'acqua dalle parti prima delle pinnette laterali dando sempre doti di buona velocità (minori del double) ma aumentandone la manovrabilità (questo è il bottom contour piu' utilizzato e sono sicuro che anche tu avrai tavolette con questo tipo di configurazione).
come funzionino dal punto di vista fisico "stretto" questo purtroppo mi è quasi ignoto io sono un economista mica un fottuto fisico!
Fleur
 
Messaggi: 5479
Iscritto il: lun ott 18, 2004 12:00 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Shaping Room

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite